home Brevissime Appropriazioni | Per accademie e università

Appropriazioni | Per accademie e università

Il progetto Appropriazioni, nato dalla collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Firenze (prof. Marco Raffaele, prof.ssa Giuliana Storino), il California State University (prof.ssa Marsha Steinberg), la Fondazione Studio Marangoni (prof.ssa Lucia Minunno), LABA Libera Accademia di Belle Arti (prof.ssa Eugenia Vanni) e IED Firenze (prof.ssa Daria Filardo) ha come obiettivo quello di instaurare sinergie fra gli studenti delle accademie d’arte e la mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico, entrambe presso Palazzo Strozzi.

L’imponente edificio rinascimentale diventa terreno di confronto finalizzato alla produzione di nuove opere, aprendo una riflessione sulla capacità dell’arte, del passato e del presente, di generare a sua volta nuova arte, in una continua filiazione e rielaborazione delle forme attraverso i secoli.

Le opere degli studenti nate all’interno del progetto Appropriazioni faranno parte dell’esposizione, visitabile dal 22 al 30 giugno 2017, realizzata dagli allievi del corso di Art Management di IED Firenze. Fra i collaboratori dell’evento compare il nome di Giuliana Storino, una fra le più giovani docenti dell’Accademia di Firenze e Brera nonché animatrici del progetto artistico.

Palazzo Strozzi

TAGS:

Valeria Ceregini

Valeria Ceregini è una storica dell’arte, curatrice e scrittrice indipendente con sede a Torino e a Dublino, Irlanda. Ha conseguito la laurea magistrale in Semiotica presso l'Università di Torino e in Storia dell'arte contemporanea cum laude presso l'Università di Genova. Ha proseguito i suoi studi in storia dell’arte frequentando la Scuola di Specializzazione in Beni Artistici Storici dell'Università di Genova. Nel 2015 è stata Assistente Curatore presso la GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, nel 2016 curatrice editoriale e archivista presso la Fondazione Centro Studi Piero Gilardi. Dal 2015 è contributore abituale per alcune riviste di settore e risulta vincitrice di diverse residenze europee per curatori. Dal 2017 collabora come curatore con il Pallas Projects/Studios di Dublino e con la SEA Foundation di Tilburg, Olanda.