home Brevissime, Performance Elena Bellantoni con Il Corredo e le Parole Cunzate

Elena Bellantoni con Il Corredo e le Parole Cunzate

In occasione di MEMORIA COLLETTIVA. Casa Spazio ospita Casa Sponge a cura di Lorenzo Calamia e Serena Ribaudo, per il quinto appuntamento dello Short Residency Program, sabato 27 Ottobre,  protagonista  è stata Elena Bellantoni con Il Corredo e le Parole Cunzate. Un corredo “emotivo” – dove l’immanenza del presente s’intesse col sogno notturno ed evanescente di ciò che fu – trova il suo topos ideale nella camera da letto di Casa Spazio. All’esposizione del Corredo, come memoria d’amore e memoria d’arte, si è intrecciata la poiesis di Parole Cunzate. Parole Cunzate  è  un lavoro di natura relazionale che indaga tra i codici dell’anima escavandone ferite, deflagrazioni,  traumi attraverso una performance in cui lo spettatore è invitato a partecipare attivamente attraverso la rottura e la cunzatura di un piatto. Un bisturi che porta alla luce emotività, immagini. La performance-installazione è stata concepita site specific durante la residenza Apulia Land Art Festival di Ostuni per trovare destinazione ideale in questi suggestivi ambienti domestici. Il termine cunzare deriva dal dialetto ostunese e si riferisce all’antica arte di mettere a posto, sistemare e rammendare piatti ed oggetti rotti legati alla vita quotidiana.

Segue una gallery della performance.