ADAGIO CON BUCCIA II e JESSE DARLING

ADAGIO CON BUCCIA II: Dopo l’avvio a Bologna per Live Arts Week IV, si svolge a Milano la seconda tappa del progetto Adagio con Buccia, progetto di Canedicoda, artista e designer che ha “disegnato suoni, suonato ambienti, vestito spazi e indossato segni”. Un atelier sartoriale temporaneo per creare la possibilità di incontro e di trasfigurazione del visitatore. Un breve e consensuale sequestro di persona, una concretizzazione della sua visione della persona con riconsegna alla sfera pubblica in un vestimento nuovo. In questo singolare progetto, basato sul rapporto individuale e sull’artigianalità ad personam, Canedicoda, dedica due ore a ciascuno dei pochi fortunatissimi e determinati fruitori. E’ prevista una pubblicazione editoriale come documentazione dell’intero progetto che prevede la creazione complessiva in varie tappe in Europa di 100 capi originali, con tessuti Bonotto. L’appuntamento viene fissato esclusivamente via telefono. Per ricevere il numero da contattare bisogna inviare una email a info@canedicoda.com con oggetto Adagio con buccia request entro e non oltre il 14 febbraio. In data 16 febbraio verrà inviata una mailinglist con il numero da contattare. Il numero sarà attivo solo dal 16 febbraio 2016 ore 12 al 1 marzo 2016 ore 12. Le prenotazioni disponibili sono 32. Canedicoda è un artista multidisciplinare attivo in ambito performativo, del design, della moda e in quello musicale con l’alias di Ottaven. Ha sviluppato un universo autoriale ricco, cangiante ma sempre immediatamente riconoscibile. Figura di snodo nel passaggio e la circuitazione in Italia di molteplici correnti di ricerche artistiche, stilistiche e musicali innovative e minoritarie, ha al suo attivo una vasta storia di collaborazioni con etichette produttive, spazi no profit, collettivi e singoli artisti italiani e stranieri. Dal 2003 Canedicoda ha condotto una sua personale ricerca di linguaggio, stile e metodo, collaborando con Marsèll, Netmage Festival, Live Arts Week, C2C, Plusdesign, Viafarini, Istituto Svizzero, O’ e svariate altre situazioni. www.canedicoda.com. Xing è un’organizzazione culturale basata a Bologna che progetta, organizza e sostiene eventi, produzioni e pubblicazioni contraddistinti da uno sguardo interdisciplinare intorno ai temi della cultura contemporanea, con una particolare attenzione alle tendenze generazionali legate ai nuovi linguaggi.

Performance ad personam su appuntamento* di Caned Icoda a cura di Patrizio Peperini

24 febbraio – 1 Marzo Bonottoeditions showroom Palazzo Durini
Via Durini 24, 20122 Milano con il supporto di Xing

JESSE DARLING

 

BONOTTOEDITIONS ospiterà nei suoi spazi di Palazzo Durini, in Milano, il risultato del progetto – a cura di Geraldine Blais e Harry Woodlock – che ha visto coinvolta l’artista Jesse Darling nell’esperienza di residenza e studio presso la FONDAZIONE BONOTTO e NUOVE//LAPRIMA PLASTICS.

La ricerca artistica di Jesse Darling attua un’attenta riflessione intorno alle dinamiche socio-performative del mediale insieme alle logiche del consumismo contemporaneo, questione che ha portato l’artista a voler intraprendere un percorso di residenza e studio presso la FONDAZIONE BONOTTO e NUOVE//LAPRIMA PLASTICS. Il progetto si concluderà con la presentazione di nuove opere realizzate dall’artista a partire da questa esperienza, che vede per la prima volta insieme diverse realtà creative ed aziendali del vicentino, unite nella consapevolezza che l’arte sia il corretto veicolo per la valorizzazione d’impresa e la crescita culturale, capace di stimolare nuove esperienze e metodi innovativi di interazione tra ambiente lavorativo e pensiero artistico.

Considerata pioniera della generazione ‘post-internet’, l’artista Jesse Darling (1988, Melbourne, Australia) è tra le figure più interessanti della nuova scena artistica londinese dove oggi vive e lavora. Dopo gli studi di teatro e danza si avvicina alle arti visive conseguendo un master presso la St Martin’s School of Art e la Slade School of Fine Art. Nell’uso di svariati mezzi espressivi, dalla scrittura alla scultura, attraverso video e installazioni, l’artista attualizza la condizione umana in relazione alle diverse strutture linguistiche e tecnologiche che la governano, concependo il corpo sociale, fisico e plastico come il luogo in cui si manifestano e determinano strutture di potere. Tra le sue recenti mostre: Bread and Roses, Museum of Modern Art di Varsavia; NTGNE al Serpentine Pavilion di Londra e Überschönheit al Kunstverein di Salisburgo in Austria.

La FONDAZIONE BONOTTO (Molvena, VI) nasce per promuovere la Collezione Luigi Bonotto che dai primi anni Settanta ad oggi ha raccolto numerosissime testimonianze tra opere, documentazioni audio, video, manifesti, libri, riviste ed edizioni di artisti Fluxus e delle ricerche verbo-visuali internazionali sviluppatesi dalla fine degli anni Cinquanta.

Il progetto di NUOVE//LAPRIMA PLASTICS nasce dalla recente unione dell’identità di NUOVE//Residency e l’attività dell’industria LAPRIMA PLASTICS di Isola Vicentina. NUOVE//Residency nasce nel 2012 come progetto di residenza dedicato ad artisti internazionali, interessati alla conoscenza, sperimentazione e produzione di opere in ceramica e altri materiali tipici della tradizione produttiva delle località di Nove,

Marostica e Bassano del Grappa (VI). NUOVE//Residency mira a rafforzare l’identità del proprio territorio attraverso lo scambio culturale fra le realtà locali e l’esperienza artistica contemporanea.

LAPRIMA PLASTICS nasce dall’idea di creare una nuova prospettiva per l’industria del riciclaggio, focalizzandosi in particolare sulla rigenerazione delle plastiche composte attraverso soluzioni tecnologiche avanzate. Sempre nel rispetto e nella tutela dell’ambiente, LAPRIMA PLASTICS opera in tutta Europa, offrendo ai suoi interlocutori innovative competenze di ricerca di laboratorio, certificazioni, licenze per il trattamento, il trasporto e intermediazione dei rifiuti e brevetti per procedimenti industriali.

Il progetto di NUOVE//LAPRIMA PLASTICS nasce nella volontà di promuovere e valorizzare la realtà industriale di LAPRIMA PLASTICS identificando pratiche e progetti che affrontano il panorama delle politiche verdi del riciclo e rigenerazione di materie plastiche, portando quindi l’arte contemporanea nel vivo del proprio sistemo produttivo.

a cura di Geraldine Blais & Harry Woodlock

24 febbraio – 1 Marzo Bonottoeditions showroom Palazzo Durini
Via Durini 24, 20122 Milano

Promosso e sostenuto da FONDAZIONE BONOTTO e NUOVE//LAPRIMA PLASTIC in collaborazione con Arcadia Missa (London) e Istituto Culturale Italiano di Londra



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
24/02/2016 / 17:00 - 22:00

Luogo
FONDAZIONE BONOTTO