Arianna e Teseo – performance di Fabulouskhate

Alfonso Mezzacapo – Fabulouskhate – regia, soggetto, disegni, cartoon
Lia Gusein-Zadè – danza
Massimiliano Mirabella – performer, opera su tela
Monica Palomby – coro
Simona Perrella – danza
Alessandro Pezzella – musica

foto di scena – Roberta Basile (kontrolab)
video report – Mattia De Angelo
backstage – Roberta Formisano

a cura di Chiara Reale

Si spazierà dalla pittura alla performance, alla ricerca di una forma espressiva assoluta, mercoledì 14 febbraio 2018, alle ore 20, nella performance di Fabuoluskhate dal titolo “Arianna e Teseo” che si terrà presso Correra 241 Lifestyle Hotel, nel Centro Storico di Napoli.

Un nuovo appuntamento con l’indagine artistica di Fabulouskhate (Alfonso Mezzacapo) che, attraverso l’azione preformativa, mette in scena la sensazione.
Il processo creativo, dalla scintilla dell’ispirazione, alla perenne incapacità dell’artista di possederla realmente, fino al momento in cui l’idea prende forma sulla tela, è il fulcro attorno al quale si muove questo nuovo spettacolo, in bilico fra teatro di parola, danza, pittura, spettacolo musicale. Come sempre Alfonso Mezzacapo trova le parole al suo pensiero fra quelle del mondo e della letteratura classica.

“Si intende che, a lavoro riuscito, l’artista giunge a porsi nel punto di vista dell’opera: placata l’irrequietezza dei tentativi, l’ansia degli esperimenti, finalmente esonerato dall’ardua necessità delle cancellature e dei rifacimenti, uscito dall’alterna vicenda della speranza che precorre il successo e del disgusto che ripudia il già fatto, lasciandosi alle spalle la difficile audacia delle improvvisazioni e la raccolta pausa del calcolo, l’impetuoso o timido avanzamento e la cauta e disperata soppressione, allora soltanto, volgendo lo sguardo indietro, egli capisce che, pur nell’incerto dei tentativi, uno solo è stato il cammino effettivamente percorso, ed era l’unico possibile, quello voluto dall’opera, quello che egli andava cercando quando fra i molti svolgimenti possibili tentava faticosamente di aprirsi la via; e comprende che se nell’opera riuscita non si può più cambiar nulla, ed essa riposa su di sé in una insostituibile armonia, ciò è perchè il cammino è stato univoco, e l’opera è stata fatta nell’unico modo in cui poteva essere fatta”.
Luigi Pareyson, 1954



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
14/02/2018 / 20:00 - 21:30

Luogo
Correra 241 Lifestyle Hotel