Brassaï

Dal 20 febbraio al 13 maggio nella sala Fundación MAPFRE Casa Garriga Nogués a Barcellona è possibile contemplare il lavoro di uno dei maestri della fotografia del XX secolo: Brassaï.

Brassaï è stato un membro chiave del gruppo di fotografi europei e americani che, nel corso del XX secolo, sono riusciti a ridefinire l’identità e ad arricchire il potenziale della fotografia come mezzo artistico.

Il tema principale del suo lavoro è stato Parigi, protagonista di alcune delle sue immagini più significative e riconosciute. Momenti vitali catturati del giorno per giorno della città, in particolare l’aspetto e la vitalità notturna, in una chiara espressione della potente dimensione artistica dei suoi occhi.

La capacità evocativa delle sue immagini ha raggiunto un riconoscimento indiscutibile che si estende dai circoli della fotografia artistica all’industria turistica e ai circuiti fotografici commerciali.

Brassaï (pseudonimo di Gyula Halasz 1899-1984) ha esplorato prime arti tradizionali visive e letteratura come si è mosso dalla sua regione natale di Brasov in Transilvania appartenenti all’Impero austro-ungarico, a Budapest e Berlino, per poi stabilirsi a Parigi nel 1924. Lì si guadagnò da vivere con sporadiche opere giornalistiche che di solito includevano fotografie di contributi, inizialmente fatte da altri, ma poi le sue.

Brassaï iniziò a fotografare nel 1929 e negli anni ’30 mantenne un’intensa attività. Il suo tema principale era la città di Parigi: il suo tessuto fisico, giorno per giorno e soprattutto l’aspetto e la vitalità notturna. La fotografia d’arte era ancora marginale, ma cresceva straordinariamente come mezzo di illustrazione, sia nelle nuove riviste illustrate che nei libri e in altre pubblicazioni. Sono queste le circostanze che hanno portato alla comparsa, nel 1932, di Paris de Nuit, il lavoro che ha immediatamente dato a Brassaï un riconoscimento generale. Era una questione di gusto sia per l’élite culturale che per l’industria turistica, ricettiva e sensibilizzata con questo tipo di immagini. Questa duplicità caratterizzerà anche l’interesse speciale di Brassaï nei mondi notturni dell’intrattenimento popolare, del crimine e della prostituzione.

La sovrapposizione tra gli sforzi di Brassaï come artista e le fotografie che ha realizzato su commissione o con l’intento di essere pubblicate ha dato origine a un ampio e complesso insieme di opere. Alcune mostre e pubblicazioni hanno cercato di offrire una visione completa delle loro materie o un resoconto globale della loro carriera. La presente mostra vuole soprattutto mostrare i risultati di Brassaï come artista, attraverso un set in cui vengono presentate eccellenti copie vintage delle sue migliori immagini. La mostra è stata resa possibile grazie al sostegno entusiasta e generoso del lascito dell’artista a Parigi (Estate Brassaï Succession) e collezioni museali importanti in Francia e negli Stati Uniti. Undici gruppi tematici (più una selezione di copie originali della rivista d’avanguardia Minotaure) mostrano la traiettoria di Brassaï e mettono in evidenza la sua riconosciuta mentre si lavora a Parigi nel corso del 1930.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
19/02/2018 / 18:00 - 21:00

Luogo
Fundación MAPFRE Casa Garriga Nogués