Confluenze. Antico e Contemporaneo

La mostra a cura di Nicoletta Cardano e Francesca Gallo propone una selezione di artisti romani che sono intervenuti nei luoghi archeologici o che hanno messo a tema nella loro ricerca la rovina e il reperto greco-romano in quanto incompiuto: Andrea Aquilanti, Gregorio Botta, Mauro Fiorese, Giancarla Frare, Marcello Mondazzi, Claudia Peill, Alfredo Pirri. Quindi non l’antico come ‘classico’, cioè come valore immutabile a cui ancorarsi per contrastare la fluidità del presente, ma piuttosto re-interpretato alla luce dell’oggi, in una prospettiva decisamente tardo moderna. Da questo punto di vista il Museo dell’Arte Classica della Sapienza – diretto dal prof. Marcello Barbanera – è una sede ideale, dove i calchi eseguiti a fini didattici di rilievi e sculture antiche disseminate per il mondo restituiscono nella molteplicità di fonti e modelli la complessità di tale rapporto con il passato. A Roma nella recente contemporaneità il tentativo di dialogo con l’incombente presenza fisica dei monumenti antichi ha uno dei suoi momenti fondativi nell’intervento di Christo realizzato nel 1973 su un tratto di Mura Aureliane, a Porta Pinciana, nell’ambito della mostra Contemporanea. Il percorso espositivo, che si svolge all’interno della gipsoteca con i lavori degli artisti talvolta mimetizzati tra i gessi, talaltra in un contrasto formalmente acceso, si chiude con una sezione documentaria sulle numerose esperienze svoltesi nella Capitale grazie ad immagini e preziosi filmati storici concessi dall’Istituto Luce Cinecittà e dalle TecheRai.

Inaugurazione: sabato 21 maggio 2016, ore 20.00 (apertura per la Notte dei Musei)
Orari: lunedì e venerdì 9.00-19.00; martedì, mercoledì e giovedì 9.00-17.00
Apertura straordinaria: sabato 28 maggio 18.00-20.00
Ingresso gratuito.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
21/05/2016 / 20:00 - 23:59

Luogo
Museo dell'Arte Classica