Emersioni

Mostra collettiva “Emersioni”

Bo Allison, Andrea Berni, Pablo Damian Cristi, F.A.C. Fronte Acciaio Cromato, Irene Giannaccini, Luca Giannotti, Robert Gove, Zoran Grinberg, James Harris, Lorena Huertas, Corrado Marchese, Elias Naman, Stefanie Oberneder, Giuliano Orlandi, Paola Romoli Venturi, Alex Rane, Çağdaş Sari, Gabriele Schiavo Battolla, Verena Mayer-Tasch

a cura di Filippo Rolla, Orianna Fregosi, Francesco Maria Terzago e Enza Di Vinci

dal 2 al 13 settembre 2018

CARMI Infopoint (Parco della Padula Via Sorgnano) e Palazzo Binelli (via Verdi, 7) CARRARA

inaugurazione Infopoint del Carmi domenica 2 settembre, ore 18.00

inaugurazione Palazzo Binelli giovedì 6 settembre, ore 18.00

orari APERTURA da lunedì a sabato, dalle 16.00 alle 20.00. Festival Con-Vivere dal 6 al 9 settembre, Palazzo Binelli dalle 17.00 alle 24.00, l’Infopoint del Carmi dalle 17.00 alle 23.00

 

La mostra “Emersioni”, dal 2 settembre al CARMI, sarà ospitata a Fabriano dove si svolgerà l’annuale meeting delle Città creative Unesco.

Un progetto nato dal dialogo e dallo scambio di idee tra l’Assessore alla Cultura e Turismo Federica Forti e l’Associazione Oltre, (ideatrice di Carrara Studi Aperti), che tramite open call, ha invitato quattro curatori, Filippo Rolla, Orianna Fregosi, Francesco Maria Terzago e Enza Di Vinci, a visitare i laboratori che fanno parte di Studi Aperti e a scegliere le opere di 19 Artisti che dopo Carrara il prossimo anno esporranno a Fabriano in occasione dell’annuale meeting delle Città Creative Unesco.

I quattro curatori di “Emersioni”, seguendo un preciso e personale percorso intellettuale, hanno scelto di esporre le opere di Bo Allison, Andrea Berni, Pablo Damian Cristi, F.A.C. Fronte Acciaio Cromato, Irene Giannaccini, Luca Giannotti, Robert Gove, Zoran Grinberg, James Harris, Lorena Huertas, Corrado Marchese, Elias Naman, Stefanie Oberneder, Giuliano Orlandi, Paola Romoli Venturi, Alex Rane, Çağdaş Sari, Gabriele Schiavo Battolla, Verena Mayer-Tasch.

“Ho voluto fare in modo che da un progetto ne nascesse un altro, spiega l’Assessore Forti. Abbiamo cercato di lavorare con una vision che arrivasse ad una progettazione proiettata anche sul 2019. Ero partita dal presupposto chiaro di voler sostenere e valorizzare l’appuntamento, ormai imperdibile, con l’apertura degli studi d’arte di Carrara. Studi Aperti ha ottenuto un sostegno deciso e premiale, sia per il successo dell’evento in sé sia per la capacità della manifestazione di crescere e rinnovarsi, sia perché appoggiarla significa anche dare un supporto ad ognuno degli artisti che fanno parte di questa rete virtuosa. Questo è stato però solo un punto di partenza perché da una chiacchierata informale è venuta l’idea: una chiamata ai curatori d’Italia, di qualsiasi età che potevano candidarsi e sottoporsi alla selezione della giuria composta da addetti ai lavori. I vincitori avrebbero soggiornato a Carrara durante studi aperti, col compito di esplorare i meandri di ogni laboratorio e a loro volta selezionare degli artisti. I quattro curatori selezionati hanno  così selezionato le opere di diciotto artisti che lavorano nei nostri laboratori ed hanno concepito una mostra che unisce i quattro differenti percorsi curatoriali. A tre mesi dalla inaugurazione del Museo Carmi a Villa Fabbricotti, si inaugura questa mostra all’interno dell’edificio nato come appendice del Museo CARMI e pensato come punto di accoglienza del visitatore che accede al parco della Padula, tra la collezione di arte ambientale e  Villa Fabbricotti. Una mostra che si disloca in due sedi e l’altra non è meno prestigiosa: le sale espositive di Palazzo Binelli in centro città. Le date  sono state scelte volutamente perché la mostra cadesse in concomitanza con l’edizione del Festival Con-vivere organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara che quest’anno ha per tema il lavoro. Un tema centrale in una città come Carrara dove l’estrazione e la lavorazione del marmo vantano una tradizione che si perde nei secoli fino ai Romani e che ci ha portato ad ottenere il riconoscimento di Città Creativa Unesco per la categoria craft. A tal proposito il collegamento con Fabriano, città creativa Unesco per la stessa categoria, ma legata alla lavorazione della carta, che nel 2019 ospiterà il meeting internazionale delle città creative di tutto il Mondo. Carrara sarà presente con questa mostra che verrà allestita presso il Museo della carta di Fabriano”.

Due le sedi in cui si svilupperà la mostra: l’Infopoint del Carmi (inaugurazione sabato 2 settembre, ore 18.00) e Palazzo Binelli (inaugurazione giovedì 6 settembre, ore 18.00).

 

Le due sedi saranno aperte fino al 13 settembre, da lunedì a sabato, dalle ore 16.00 alle 20.00. Durante il Festival Con-Vivere, dal 6 al 9 settembre, Palazzo Binelli sarà aperto dalle ore 17.00 alle 24.00, mentre l’Infopoint del Carmi dalle ore 17.00 alle 23.00.

In programma anche una serie di eventi collaterali: sabato 8 settembre, alle ore 11.00, presso Infopoint Carmi “Nutriamoci d’Arte”, incontro con artisti, curatori e organizzatori della mostra Emersioni. Sempre sabato 8 settembre, con partenza da piazza Accademia alle ore 18.00 la conferenza itinerante “Archeologia industriale”, con Luca Borghini, a cura degli Archivi del Marmo, in collaborazione con Aps Oltre. Domenica 9 settembre, infine, con partenza da Palazzo Binelli alle ore 19.00, “A spasso con l’Arte”, conferenza itinerante per i laboratori di Carrara Studi Aperti, relatore Luca Borghini.

 



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
02/09/2018 / Tutto il giorno

Luogo
parco CARMI Infopoint