Geografie Sospese di Michele Alberto Sereni

Geografie Sospese. La scena dell’immagine è, per Michele Alberto Sereni, l’imminente istante tra l’opera d’arte e l’autore. Ho invitato Michele per omaggiare il suo lavoro con una mostra personale all’interno della 68° Rassegna Internazionale d’arte Giovan Battista Salvi di Sassoferrato, le opere esposte raccontano luoghi e momenti del circuito della grande arte contemporanea. La preziosa sensibilità struttura il clima dell’immagine, Sereni la esprime sospendendo il tempo e lo spazio. Il gesto del fotografo ricerca la luce della realtà vera, l’attimo diviene tangibile.
Non c’è finzione negli scatti, l’atmosfera è chiara e ci mette di fronte al nitido e intimo dialogo tra l’artista e l’opera.  Riccardo Tonti Bandini

Il 2018 è l’anno della 68° edizione del Premio Salvi e il cinquantesimo anniversario del 1968, anno che ha segnato profondamente la cultura occidentale. Il progetto a cura di Riccardo Tonti Bandini, vuole soffermarsi sugli aspetti e sulle tematiche che hanno impegnato l’arte in quel periodo, sui punti di vista del nostro territorio. È una manifestazione che guarda ai giovani artisti emergenti delle Marche e non solo. Con questo spirito si intende promuovere una serie di mostre ed incontri per parlare con il pubblico di temi propri del ’68 che si svolgeranno nella città invitan- do la cittadinanza e facendo delle convenzioni con le scuole, perché saranno dei momenti di confronto e di formazione.

Come consuetudine si terranno dei laboratori didattici per i giovanissimi studenti del comprensorio di Sassoferrato e di Fabriano. I laboratori indagheranno gli aspetti più ludici del paesaggio sonoro del castello di Sassoferrato.
La tematica della rassegna è stata sviluppata dagli artisti con le esperienze del contemporaneo, non è una mostra didascalica o retorica, al contrario, con gli strumenti ed i linguaggi attuali, abbiamo dato vita a una visione attuale di quello che è stata, a seconda dei punti di vista, una rivoluzione o una sconfitta.

Come ogni anno il curatore della rassegna omaggia alcuni artisti consolidati, quest’anno ho voluto dare la “parola” a Nevio Mengacci, Michele Alberto Sereni e Renzo Marasca, omaggiandoli con una mostra personale dove vedremo un solidi dialoghi con gli artisti e lo spazio.

Sessantotto anni consecutivi sono un grande traguardo, per celebrarli saranno esposte a Palazzo degli Scalzi alcune opere degli anni intorno al ’68 provenienti dall’enorme raccolta del premio Salvi.
Tra le tante novità, grazie alla collaborazione con il Museo Omero di Ancona, a cui è dedicata un’importante sezione, abbiamo cercato di rendere accessibile la Rassegna alla delicata e intensa dimensione esperenziale tattile.

Abbiamo iniziato delle collaborazioni con eccellenti realtà limitrofe per stimolare il territorio con la Pinacoteca Civica di Jesi, che ci presterà gentilmente un’opera di un artista emblematico del ’68, Luigi Ontani, con il Premio internazionale di scultura Edgardo Mannucci di Arcevia e le Grotte di Frasassi.

Il cuore della Rassegna è il Premio che ha due sezioni, la prima riservata ai giovani artisti under 35 operanti nel territorio italiano; la seconda, denominata Piccola Europa, la cui partecipazione è esclusivamente ad invito ed è riservata ai giovani artisti delle Accademie Europee. Gli artisti italiani selezionati sono, Nicola Bizzarri, Ado Bradimarte, Kane Caddo, Daniele Caggiano, Filippo Ciacci, Matteo Costanzo, Carmen De Falco, Arianna Maestrale, Elisa Mossa, Noa Pane, Dario Picariello, il collettivo Rgm, Valentina Sammaciccia, Sofia Solustri, Antonio Tolomeo, Pengpeng Wang.

I giovani studenti europei invitati sono Svea Bischoff – Europa Universitat Flensburg, Germania, Lauren Curry – University of Salford, Inghilterra, Marko Dumnic – Fakultet likovnih umjetnosti Cetinje, Montenegro, Christina Kapeta- niou – Aristotle University of Thessaloniki, Grecia, Izabela Kmiec – Academy of fine arts in Krakow, Polonia, Aleksandra Wilk, Państwowa Wyższa Szkoła Za- wodowa w Tarnowie, Polonia.

Gli ambienti saranno visitabili dal 15 settembre al 4 novembre nelle sedi del

Palazzo della ex Prefettura, Palazzo degli Scalzi, la chiesa di San Giuseppe, la chiesa di San Michele Arcangelo.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
15/09/2018 / 17:00 - 20:00

Luogo
Chiesa di San Giuseppe