Gian Maria Tosatti | Zoo Zone Art Forum

Noto per le sue grandi opere ambientali capaci di trasformare edifici, quartieri, o intere città, Gian Maria Tosatti è anche una figura che ha portato avanti costantemente un’attività di osservazione della realtà che tendesse a restituire all’artista un ruolo preciso all’interno della società.
Accanto alle opere ha dunque affiancato una attività di scrittura su giornali e riviste o una continua attivazione di dispositivi di incontro e dialogo come il progetto curatoriale Reload – che nel 2011 coinvolse una parte significativa dello scenario artistico romano – o il processo di discussioni ed incontri con altri artisti italiani che tra il 2013 e il 2014 prese in nome di “La costruzione di una cosmologia”.

Per questa mostra a Zoo Zone Art Forum, proprio in omaggio ad un’altra figura d’artista attiva non solo nelle opere, ma anche nella creazione di una rete di incontri e occasioni di confronto come H.H. Lim, Tosatti sceglie di provare a raccogliere alcune tracce, ritagli, di questa attività pubblica (o privata) di intellettuale a confronto con il proprio contesto, culturale e talvolta politico.

È un intento quasi programmatico che per un momento esclude le opere per dimostrare che oltre ad esse, un artista – nel solco della grande tradizione italiana che va da Michelangelo e Leonardo, fino a Pasolini e Carlo Levi – è artefice di una necessaria attività di pensiero e di interrogazione della realtà con ogni mezzo disponibile.

Così, nel cubo di Zoo Zone Art Forum saranno esposte circa 40 pagine su cui sono riportati frammenti di pensieri, tracce di conversazioni, estratti di lettere che tutte insieme però compongono il ritratto, non già dell’artista che ne è autore, ma del suo contesto d’appartenenza.

Un puzzle di parole che, proprio come un ritratto su tela o un affresco, rappresenta la realtà di cui un artista è testimone nel suo percorso umano inscindibile da quello professionale.

La necessaria scelta dei testi, in questo caso, ha cercato di privilegiare momenti e passaggi legati alla città di Roma o al suo micromondo di figure, di artisti, di attori di uno scenario che è quello in cui l’artista è cresciuto.

Al centro dello spazio restano sospese una scrivania e una macchina da scrivere, strumento realmente usato da Tosatti per i suoi “disegni testuali”.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
21/06/2016 / 19:00 - 22:00

Luogo
Zoo Zone Art Forum -