Lorenzo Polimeno | STEP BY STEP SECONDA TAPPA

Seconda tappa, giovedì 3 agosto 2017 (vernissage ore 20,30), della grande mostra antologica policentrica/itinerante di Lorenzo Polimeno che toccherà ora Nociglia(LE) e le splendide sale del Palazzo Baronale Gallone-Pignatelli, appena aperte alla fruizione del pubblico dopo il recente restauro. La mostra, dal titolo “STEP BY STEP SECONDA TAPPA” è a cura di Raffaele Gemma ed è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale di Nociglia e dal Servizio Cultura. Essa si inscrive in un ampio programma triennale, denominato “Marc in progress” che andrà ad arricchire il cartellone degli eventi della cittadina posta nel cuore del Salento, puntando in seguito anche ad una destagionalizzazione vera della proposta turistico-culturale. La seconda tappa si svolge quasi in contemporanea con la prima ancora in atto a Tricase, presso la Chiesa della Madonna di Costantinopoli, gestita dall’Associazione Meditinere, in un percorso che via via porterà il poliedrico artista soglianese (che è anche scrittore, poeta e linguista) ad esporre le opere di una produzione oramai quarantennale anche a Lecce e poi a Matera, in prossimità della consacrazione della cittadina lucana a “capitale della cultura europea per il 2019”.  Le opere che osserveremo a Nociglia non sono ovviamente le stesse di Tricase. Altri cicli compositivi del ricco repertorio dell’artista, come quelle del “periodo Londinese” o del “descrittivismo lirico”,  saranno visibili assieme ai “Paesaggi semplici” , gli “Assemblaggi”, gli “Artefatti”, i “Reperti”, fino ai recentissimi “Scudi o Shields” , punto di arrivo della ricerca dell’artista o forse di partenza, verso nuovi territori d’indagine, chi può dirlo… Scrive il critico Gemma : ” gli Scudi, the Shields, nascono pressoché in coincidenza con la presa di coscienza da parte di alcuni artisti e critici, come il sottoscritto e Carmelo Cipriani, attorno al nuovo movimento del Marginalismo, ed al suo concretizzarsi sulla base del pensiero artistico-culturale di Lorenzo Polimeno. Il marginalismo, che attraverso un processo di introspezione e poi emersione intimista porta alla riscoperta della sensibilità profonda individuale, è in effetti un movimento di pensiero, costituito anche da elaborazioni estetiche, filosofiche, sociali e comunicative. Queste ultime trovano sfogo naturale nella pittura, dove attraverso il lento emergere del “particolare”, divengono foriere di messaggi tutto sommato semplici, con richiami a volte bucolici che si ritengono, a torto, anacronistici. Gli scudi, invece, costituiscono una nota già più ermetica che richiede uno sforzo maggiore ed una conoscenza più diretta dell’artista per essere interpretata, pur nella loro strutturazione essenziale e , se vogliamo, “minimal”. La particolarità e l’importanza di questo nuovo ciclo compositivo consistono nella capacità di conciliare la dimensione spoglia minimalista con quella dell’indagine estetica profonda. E questa è una grande innovazione nell’arte contemporanea.  Gli scudi sono alla fine dei “campi estetici” dove avvengono gli scambi marginali di energia propositiva tra centro e periferia”.
Al vernissage saranno presenti Massimo Martella (Sindaco di Nociglia), Sergio Puce (Consigliere con delega alla cultura), Raffaele Gemma (curatore della mostra), Carlo Vito Morciano (storico-archivista dell’associazione Meditinere di Tricase). La mostra sarà visitabile fino al 15 settembre tutti i giorni (lunedì escluso) ore 20,00-22,30.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
03/08/2017 / 20:30 - 23:00

Luogo
Palazzo Baronale Gallone-Pignatelli