Moby Dick

“La ricchezza di una favola sta nella capacità ch’essa possiede di simboleggiare il maggior numero di esperienze.” Cesare Pavese
Tutto a un tratto l’immagine si capovolge rincorrendo quel segno che torna come un destino di nostalgia e dolore. Non è il Titanic di Cameron, ma potrebbe anche esserlo, e i fili che legano questa storia sono appena sospesi dentro un mare che sembra estraneo a qualsiasi coinvolgimento emotivo. Un mare empatico. Dove ci troviamo nella mappa? E quale la rotta? Questa Rassegna intende mettere insieme le idee e le persone, e come in una serenata diurna, tracciare il confine della notte per attraversarla come quando un’eclisse sorprende il sole. Si porta il Pequod verso il sole, in campi lunghissimi… Strategia e mistero, congetture e strutture: costruzione di una carta scritta, dove le Piane di Bronzo diventano la concentrazione e il lavoro. Un viaggio fino al termine dell’idea, quando il pensiero trova la riflessione e concede all’immagine i punti cardinali per fare orizzonte… “è forse ch’essa adombra con la sua indefinitezza i vuoti e le immensità spietate dell’universo, e così ci pugnala alle spalle col pensiero del nulla (…)”. È una storia dell’acqua. È una riflessione su un’opera che è un capolavoro. Non si può tacere il fatto che bisogna viverla questa storia, entrarci dentro e trovare tutti quei punti che ci permettono di seguire e attraversare l’intera mappa e fare quell’esperienza necessaria perché il viaggio si compia. E Melville ci concede con un colpo di straordinaria intelligenza un’opera che ha tutti i processi per farci restare umani.
– Ma che cos’è che t’induce alla caccia? Bisogna che io lo sappia prima di pensare a imbarcarti. – Ebbene, signore, voglio vedere cos’è questa caccia. E voglio vedere il mondo.
- Vuoi vedere cos’è la caccia, eh? Hai mai dato un’occhiata al capitano Achab, tu?
- Chi è il capitano Achab, signore?
– Già, già, me l’aspettavo. Il capitano Achab è il capitano di questa nave. – Allora ho sbagliato. Credevo di parlare col capitano in persona.
- Parli col capitano Peleg, ecco con chi parli giovanotto.
www.pianedibronzo.it

www.lacameraverde.com

Il Centro Culturale LA CAMERA VERDE e L’Associazione Culturale PIANE DI BRONZO
Presentano

MOBY DICK
Avventure, divagazioni e altre strategie sul tema di Melville
Atto I – Piane di Bronzo 2016
(Località “Puntone S. Pantaleo” Tuscania, Vt)
Dal 18 agosto al 31 agosto 2016 (I parte) e dal 14 al 24 settembre 2016 (II parte)
A cura di
Giovanni Andrea Semerano e Luigi Francini



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
18/08/2016 / 18:00 - 22:00

Luogo
località puntone san pantaleo