Natalie Frank | Rachel Mason – Face to Face

La Galleria Marie-Laure Fleisch presenta Face to Face, la prima mostra personale in Italia di Natalie Frank con la partecipazione della poliedrica artista Rachel Mason.

I dipinti e i disegni di Natalie Frank sono palcoscenici sui quali si esibiscono personaggi visionari che mettono in scena le fantasie umane più recondite. Dai caratteri quasi sempre femminili, le sue figure grottesche sono da lei stessa definite come “ritratti di ciò che ci rende umani”. L’artista presenta un subconscio nuovo e terrificante, un linguaggio vicino a quello dei sogni, indipendente, creato dalla mente secondo un’irripetibile sequenza di condizioni, che non conosce morale. La tecnica pittorica magistrale sfrutta la tensione tra piattezza e profondità, tra figurativismo e astrazione, sublimando il profondo rapporto tra l’artista e i corpi che ritrae: un misto di brama, repulsione e fascinazione.

In mostra un gruppo di ritratti a olio di volti femminili, inquietanti e ultraterreni, il cui sguardo si spinge oltre i confini del quadro. Proprio gli occhi sono il punto focale di queste opere, magnetici e iperrealisti, rivelano sempre un elemento straniante come un iride azzurro e uno verde, un occhio affetto da cataratta, o circondato da un alone blu simile a una contusione.

Insieme agli oli su tavola sono esposti alcuni disegni a pastello della serie “Superheroes” , bizzarre scene carnevalesche che sottendono rappresentazioni di biechi giochi di potere, e due dipinti su polpa di cellulosa, molto materici, ancora ritratti di volti femminili.

Lo stesso mondo crudele e buffonesco anima i lavori di Rachel Mason, video di musica folk psichedelica che l’artista, performer, cantante, scultrice e videomaker, usa per narrare surreali storie romantiche e curiosi avvenimenti. Elaborando fatti storici e attualità, la Mason li trasforma in racconti intimi e soggettivi utilizzando un linguaggio visivo clownesco, con una forte vena gotica.

In mostra Marry Me Mary, una malinconica ballata sull’ansia da relazione, in cui si vede la testa della Mason roteare sospesa in uno spazio indefinito, in un’atmosfera da incubo; e Sunken Chest, girato in stop-motion, che parla di un paziente di una clinica psichiatrica affetto da una grave deformazione al torace che trascorre anni a scolpire un ramo per riprodurre il proprio corpo. Finalmente terminata la scultura, le infermiere della clinica ritrovano l’uomo impiccato allo stesso albero da cui aveva preso il ramo da intagliare.

Face to Face è una mostra-confronto tra l’umano e il subconscio, tra quello che è il male del mondo e il malessere personale derivante dalle pulsioni represse. I protagonisti esibiscono liberamente tutti i segni dei turbamenti e delle angosce, vivono le ambientazioni dei sogni così come dei propri incubi, entrando e uscendo dalla realtà, e dimostrando l’inscindibile legame tra l’Es e l’Io.

 

Natalie Frank (1980, Austin, TX) vive e lavora a New York. M.F.A.,Visual Arts, Columbia University, School of the Arts, New York, NY; National Academy of Fine Art, Oslo, Norway; Fulbright Scholarship Study, B.A., Studio Art, Yale University, New Haven, CT.

Tra le mostre: 2016, Natalie Frank: The Brothers Grimm, University of Kentucky Art Museum, Lexington, KY; Intermission. ACME, Los Angeles; ADAA, Solo-Presentation, Drawings, Rhona Hoffman Gallery, New York; Contemporary Artists Working in Paper at Dieu Donné, 2000-Present, Ruth and Elmer Wellin Museum of Art, Hamilton College, Clinton, NY; I am a Lie and I am Gold, curata da Marco Breuer, Yossi Milo Gallery, New York; 2015. Natalie Frank: The Brothers Grimm, Blanton Museum at University of Texas, Austin; Natalie Frank: The Brothers Grimm, The Drawing Center, New York; The Artists Project, Season 1, The Metropolitan Museum of Art, New York, NY 100 short films made of 100 contemporary artists worldwide.

Rachel Mason (1978, Los Angeles) vive e lavora a Los Angeles. M.F.A. Sculpture, Yale University; B.A. University of California, Los Angeles; Tra le mostre: 2016 (prossimamente) Mostra personale, Los Angeles Museum of Art, Los Angeles, CA; Cats-in-Residence, curated by Rhonda Lieberman, Worcester Art Museum, Worcester, MA; 2015, A Very Anxious Feeling, curated by Melva Bucksbaum and Ray Learsey, Mattatuck Museum Waterbury, CT; In Your Room, curated by Rachel Rampleman and Vanessa Albury, 184 Project Space, Brooklyn, NY; 2014, Listening Figures, Kim and Art in General, a cura di Kristen Chappa, Riga, Latvia; 2012, 9th Shanghai Biennial, CKTV a cura di Cleopatra’s, Representing Brooklyn, Shanghai, China; Queens International Biennial “Three Points Make a Triangle” Queens Museum of Art Biennial; Fuel For the Fire, organizzata da Dawn Kasper, David Zwirner e Jay Sanders at Temporary Space, NY; 2011, Personal Histories, Museum of Contemporary Art Detroit, Detroit, MI.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
11/04/2016 / 18:30 - 20:00

Luogo
GALLERIA MARIE-LAURE FLEISCH