Pozzanghere di fango William Shakespeare La Tempesta

Venti lavori ad olio. Dipinti uno di seguito all’altro, finchè non è restato più nulla da dire. Nessuno di essi ha un titolo proprio, ma è solo numerato. Ciascuno infatti non parla per sè, ma ha senso solo all’interno di un’unica narrazione.

I supporti su cui sono realizzati variano: carta oleata, canvas non intelaiata, carta velina, domopak argentato. Si tratta di materiali poveri o poveramente trattati. Che fanno un discorso di verità.

Mentre la narrazione procede la vicenda si complica e si sfaccetta. Il discorso pittorico a volte procede spedito, a volte si arresta sospeso. Qualcosa, in modo inaspettato, come un dettaglio riflesso in una pozzanghera di fango, interrompe il pensiero e lo riporta alle cose. Tanto complesse e ricche che solo di fianco, in un colpo d’occhio guidato dal caso, si riesce a immaginarle.

Fuori da ogni cornice che chiude ed organizza rigidamente, riducendo il nuovo ai criteri del noto.

La coscienza di vivere in un mondo franto si accompagna a una scelta di umiltà: accostarsi alle cose, ascoltarle parlare, senza tutto voler immediatamente spiegare. E’ la consapevolezza di Prospero: tutto quanto ha potuto vedere ed ha conosciuto lo accompagnerà nel ritorno. Smorzando e dando profondità.

 

Inaugurazione

Art Night 2018

www.artnightvenezia.it

23 giugno 2018 ore 18.00

 

dal 24 giugno al 16 settembre 2018

visita su appuntamento Chiara Croff tel. 041 5203806 Email : venice@warwick.ac.uk

(chiuso nel mese di agosto)

 

 

University of Warwick

(Warwick in Venice)

Piera Benetti

POZZANGHERE DI FANGO William Shakespeare La Tempesta

Palazzo Pesaro Papafava | Calle de la Rachetta | Cannaregio 3764 |

30121 VENEZIA | Italia

 

 

 



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
23/06/2018 / 18:00 - 22:00

Luogo
Palazzo Pesaro Papafava