Radicamenti

Martedì 12 giugno 2018 allo Studio Museo Francesco Messina si presenta l’installazione site-specific “Radicamenti” di Leonardo Nava, l’opera si snoda sulla facciata della Chiesa di San Sisto, si appropria dello spazio architettonico esterno e interno: un grande dialogo tra natura e scultura.

Alla presentazione dell’opera “Radicamenti” saranno presenti: l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, la Direttrice dello Studio Museo Francesco Messina Maria Fratelli, lo storico dell’arte Flavio Caroli, l’epistemologa Eleonora Fiorani e il poeta Marco Lando. La scultura rimarrà installata sino a dicembre.

L’artista ha realizzato una imponente struttura vegetale sulla facciata dell’ex Chiesa di San Sisto che si sviluppa sull’edificio e se ne appropria attraversandolo tra esterno ed interno. Il naturalismo, che trovava espressione nella figura umana di Francesco Messina, negli ultimi cinquant’anni approda a nuovi esiti figurativi. La realizzazione, iniziata a gennaio, ha fatto da corollario ad una serie di mostre che il museo ha dedicato dall’inizio dell’anno al rapporto arte e natura.

Tema di cui l’autore indaga il rapporto anche nelle sculture più intime e raccolte rientranti nel ciclo “natura ed artificio” che il Museo presenterà il prossimo autunno.

Il mio è stato un lavoro sulla processualità. – spiega Leonardo Nava illustrando la sua opera – Ho lavorato al progetto e alla realizzazione della scultura, in cui ho vissuto la consapevolezza di essere parte di un processo naturale, che attraverso l’energia ne ha sostanziato la costruzione. Questo è potuto essere attraverso la materia. La materia è stata il tramite per entrare nelle fibre della vita e della sostanza dell’energia. La scultura è come un corpo che stilla energia”.

L’opera “Radicamenti”, i cui i racemi prendono forma e forza plastica sull’edifico, esemplifica il grande dialogo natura-scultura. L’energia della scultura traduce, nell’intersecarsi continuo di fasci e strutture, la tensione e la forza di un intervento che si dispiega al limite tra realtà e artificio, in un costante rimando ad una visione di natura rigeneratrice, specchio di ciò che intimamente è l’uomo diventando esempio d’arte pubblica che porta all’esterno, nella città, la missione dello Studio Museo Francesco Messina.

Non c’è altra presenza – commenta Eleonora Fioraniche come l’albero, il più grande e maestoso dei viventi e il più vicino al cielo, sia tanto carica di mitologie, di significati, di simboli, di metafore, di allegorie e in grado di evocare una sensazione di una presenza misteriosa, in cui sogno e realtà sconfinano l’uno nell’altro. Ed è all’albero che fa riferimento l’installazione di Leonardo Nava al Museo Messina che declina artificiale e naturale creando un nuovo linguaggio di forme libere dall’astrazione. […] L’installazione è essa stessa scultura vivente di una città diversa che dialoga con la pietra rompendo le sue perfette forme geometriche rigide e chiuse e la intriga con le sue potenti forme sinuose e curvilinee fatte di intrecci di rami e nodi, che creano ritmiche vibrazioni, profondità e ombre.”

Per informazioni:

Studio Museo Francesco Messina
Via San Sisto 4/a, 20123 Milano
Tel. 02 864 53 005

E-mail: c.museomessina@comune.milano.it
Web:
www.comunedimilano.it/museomessina



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
12/06/2018 / 18:00 - 20:30

Luogo
STUDIO MUSEO FRANCESCO MESSINA