Tea Andreoletti. Santa Silvia

Come di consueto durante i giorni di Artissima, Progetto Diogene è lieto di presentare un progetto inedito dell’artista Tea Andreoletti, atto conclusivo della residenza Bivaccourbano_R del 2016.
Il nuovo progetto, appositamente pensato per l’occasione, in linea con le sue più recenti ricerche artistiche ‘partecipative’, sarà presentato presso lo spazio In Primo Luogo, gentilmente concesso da Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, Biella.
I

l 3 novembre, mentre a Torino si apre il weekend della kermesse artistico-commerciale, il calendario Cristiano commemora Santa Silvia. Andreoletti si inserirà nel clima festoso sollecitato dall’evento fieristico per festeggiare Santa Silvia, trasportando nel centro di Torino una tradizione popolare culturalmente condivisa. Giocando sulla fusione delle due feste e sulla sovrabbondanza oggettuale di feticci sociali, il progetto Santa Silvia stimolerà la possibilità della conversione del valore economico in valore affettivo e culturale, utilizzando la pratica artistica quale strumento per rifondare il comportamento sia individuale che collettivo.
“Varcare l’ingresso di uno spazio espositivo può condurci all’interno dell’atmosfera di un luogo?”
Santa Silvia ragiona sulle attitudini metamorfiche dello spazio espositivo e sulla possibilità di incorporare lo spettatore al suo interno, rendendolo automaticamente soggetto e autore dell’atmosfera del luogo.
Questo progetto rientra nella ricerca artistica che Andreoletti chiama arte esperienziale, dove l’arte visiva diventa strumento capace di fluidificare relazioni e gerarchie e di svincolare l’esperienza da opportunità pre-disposte che intralciano i processi della conoscenza sensibile e intellettiva.

Tea Andreoletti (Gromo 1991)
Ha studiato presso l’Accademia di belle Arti di Bologna, la Willem de Kooning Academy di Rot-terdam e l’Accademia di belle arti di Brera a Milano.
Ha partecipato a diverse mostre collettive tra cui “Looking fior-ward”, Tysnes gallery, Bergen 2016, “Quale grande guerra”, Arte fiera OFF, Bologna 2015, “Go South”, B.a.d. Foundation, Rotterdam 2014, “Wdka residency”, Verbeke foundation, Stekene (BE) 2014.
Ha realizzato i propri progetti artistici in Italia e all’estero, tra questi ricordiamo “Learning fencing in Ungherian”, Budapest 2015/2016, “Simposiarca”, Diogene Bivaccourbano_R, Torino 2017, “Invito a pranzo”, Biennale Giovani Monza 2017. Attualmente è tutor di Arti Visive presso l’Accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo.

Si segnala, inoltre, la partecipazione di Progetto Diogene all’interno di Deposito d’Arte Italiana Presente, a cura di Ilaria Bonacossa e Vittoria Martini, con l’opera di Pesce Khete, “Untitled”, del 2007.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
03/11/2017 / 12:00 - 22:00

Luogo
In Primo Luogo