The Venice Paintings

PDG Arte Communications è lieta di annunciare la mostra “The Venice Paintings” di Gaspare Manos che si terrà dal 21 gennaio al 10 aprile 2016 presso la Galleria Pièce Unique a Parigi.

Gaspare Manos è nato nel 1968 a Bangkok, vive e lavora tra Parigi, Londra e Venezia. Il suo lavoro traccia il confine tra astrazione e arte figurativa e attinge dalle sue esperienze di vita in Asia, Africa e Europa. Attraverso il percorso espositivo di “The Venice Paintings”, l’artista esprime la sua interpretazione artistica del mondo urbano con delle opere interamente dedicate alla città di Venezia.

La Galleria Pièce Unique opera a Parigi dal 1988, specializzandosi nell’arte contemporanea. Ha organizzato numerose esposizioni importanti per i collezionisti d’arte includendo le opere di artisti quali: Cy Twombly, Christian Boltanski, Georg Baselitz, Louise Bourgeois, Yayoi Kusama, Erik Bulatov, Dennis Oppenheim, Bernar Venet, Sol Lewitt, Beverly Pepper, Rebecca Horn, Eduardo Chillida, Christo, George Condo, Jaume Plensa, Enzo Cucchi, James Brown, Rosemarie Trockel, Mimmo Paladino, Alighiero& Boetti, Jannis Kounellis, Mario Merz, Daniel Buren, Donald Sultan e molti atri.

PDG Arte Communications opera nel settore della cultura e dell’arte a seguito dell’intensa attività del suo Presidente Paolo De Grandis. Dal 1995 PDG Arte Communications collabora con la Biennale di Venezia per la presentazione di nuovi paesi ed eventi collaterali ed ha organizzato 110 mostre alla Biennale di Venezia di cui 50 partecipazioni nazionali e 60 eventi collaterali.
PDG Arte Communications ha presentato Gaspare Manos alla tredicesima edizione di OPEN, Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni ed ha collaborato con la Galleria Pièce Unique per la partecipazione di Cyrillé Andre all’undicesima edizione di OPEN.

Gaspare Manos
“The Venice Paintings”

21 Gennaio – 10 Aprile 2016
Inaugurazione in presenza dell’artista
Giovedì 21 gennaio dalle ore 18:00 alle 20:30

IL CALEIDOSCOPIO DELLA MEMORIA, di Alan Jones

La memoria visiva coinvolge un campo di fenomeni molto più vasto della semplice sfera cromatica; tra gli ingredienti della nostra memoria, nella nostra banca dati di esperienze vissute si ritrovano sapori e odori, strutture percepite non solo con gli occhi, ma anche con la punta delle dita, temperature e umidità che si confondono nel fissare un ricordo preciso di tonalità della luce, dell’ora del giorno e della stagione dell’anno: una cornucopia di sensazioni che, evocate nella loro totalità, hanno permesso al grande pittore Willem de Kooning di dichiarare che la pittura è una cosa appena intravista, e molto tempo prima Leonardo da Vinci insisteva che la pittura è cosa mentale.

Gaspare Manos è in grado di avvalersi di uno spettro particolarmente ricco di esperienze visive, nato da un accumularsi di sensazioni e atmosfere di “phanopoeia”: dalla Thailandia della sua nascita, al Kenya della sua infanzia, dagli anni formativi in posti lontani tra loro come la Grecia e la Svizzera, Londra e Parigi, dalla Venezia e la Dalmazia dei suoi avi, alla modernità di Hong Kong e Manhattan.

Un caleidoscopio di ricordi visivi, un’arte della memoria che consente all’artista di far nascere una fantasmagoria da un semplice biscotto inzuppato in una tazza di thè, o dal profumo appena percepito di una sciarpa di seta. Ma non lasciatevi trarre in inganno: questo non è un album di cartoline colorate riportate da una vacanza al mare, ma il residuo fortemente sentito di una lunga esperienza testimoniato da queste tele. Gaspare Manos nella sua ricerca creativa fornisce una nuova convalida del termine spesso abusato di globalizzazione.

Davanti ai quadri di Gaspare Manos troviamo la conferma materiale di un DNA che ricava intangibili stati d’animo in forma visuale. Questa pratica, come punto di partenza nella costruzione di un quadro a olio su tela, unisce Gaspare Manos direttamente all’approccio dei Simbolisti di fine 19° secolo, allo sguardo interiore, al prestigiatore che consulta il suo globo di vetro, alla visione notturna dei gatti i cui occhi penetrano altre dimensioni dell’esperienza, invisibili agli uomini mortali. Lo strumento pittorico di Gaspare Manos ci permette di penetrare e condividere una “realtà virtuale” come nel caleidoscopio di un bambino che, agitato, produce un’infinità di forme emotive.

I quadri di Gaspare Manos ci stupiscono, dopo decenni di rivoluzione cibernetica che ha trasformato i nostri modi di percepire, e ci ricordano – se vi soffermate a riflettere – che la pittura, questo mezzo espressivo tra i più antichi, rimane il mezzo creativo più diretto, più agile, anzi il più all’avanguardia tra tutti quelli a nostra disposizione. Niente tra quanto la high-tech digitale ha prodotto si avvicina alla semplice applicazione di pigmenti umidi su di una superficie piatta.

Gaspare Manos è nato nel 1968 a Bangkok. Vive e lavora tra Parigi, Londra e Venezia.
Il suo lavoro traccia il confine tra astrazione e arte figurativa e attinge dalle sue esperienze di vita in Asia (1968-1973), Africa (1973-1982) e in Europa (1983-ad oggi), oltre che dai suoi studi di dottorato in Fenomenologia alla London School of Economics. Con la mostra “ The Venice Paintings”, che avrà luogo alla Galerie Pièce Unique e Pièce Unique Variations, l’artista esprime la sua interpretazione artistica del mondo urbano con delle opere interamente dedicate alla città di Venezia.
Gaspare Manos ha rappresentato il suo paese in occasione di esposizioni internazionali, come alla mostra OPEN 13. Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni curata da Paolo De Grandis a Venezia con opere di Dennis Oppenheim (USA) e ORLAN (Francia). Le sue opere sono state esposte al Museo Diocesano di Venezia per l’esposizione URBIS, che riuniva 150 lavori dell’artista e al Museo d’Arte Moderna di Minsk. Inoltre, dal 18 novembre 2016 al 30 marzo 2017 una grande esposizione personale al Musée de Beaux-Arts de Saint-Lô seguirà quella alla Galerie Pièce Unique.

GALERIE PIECE UNIQUE
La Galleria Pièce Unique ha sede a Parigi dal 1988 ed è specializzata in arte contemporanea. In 30 anni ha offerto la sua consulenza a collezioni private, di impresa e pubbliche a livello internazionale. La Galleria Pièce Unique ha organizzato numerose esposizioni chiave per i collezionisti d’arte. Lavorando direttamente con gli artisti, queste mostre hanno incluso la partecipazione di CY TWOMBLY, CHRISTIAN BOLTANSKI, GEORG BASELITZ, LOUISE BOURGEOIS, YAYOI KUSAMA, ERIK BULATOV, DENNIS OPPENHEIM, BERNAR VENET, SOL LEWITT, BEVERLY PEPPER, REBECCA HORN, EDUARDO CHILLIDA, CHRISTO, GEORGE CONDO, JAUME PLENSA, ENZO CUCCHI, JAMES BROWN, ROSEMARIE TROCKEL, MIMMO PALADINO, ALIGHIERO & BOETTI, JANNIS KOUNELLIS, MARIO MERZ, DANIEL BUREN, DONALD SULTAN e altri artisti internazionali.
La galleria ha 2 sedi espositive a Parigi e partecipa alla maggior parte delle Fiere Internazionali di Arte come Miami, New York, e altre.



Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
21/01/2016 / 18:00 - 19:30

Luogo
Galleria Pièce Unique