Tra il sogno e la realtà

Sabato 7 aprile 2018 a Trieste inaugurazione dell’Atelier dell’arte e della mostra “Tra il sogno e la realtà”: 480 metri quadri di spazio espositivo in via raffineria 4/c

S’inaugura sabato 7 aprile 2018 alle 18 in via Raffineria 4/c l’Atelier dell’arte, con una rassegna intitolata “Tra il sogno e la realtà”, gestita dall’omonima associazione e introdotta da Marianna Accerboni. In mostra opere di Maria Rita Angelini, ideatrice dell’iniziativa, e di Ruggero Raimondi, artista triestino di qualità che ritorna alla ribalta dopo molti anni di silenzio. Espongono anche Fabrizio Brescia, Tiziana Ferrari, Ingrid Kuris, Linda Minossa e Ambra Sibilio (fino al 14 aprile/ orario: dom 8, lun 9 e mart 10 dalle 18 alle 20 / merc 11, giov 12 e sab 14 dalle 10 alle 12/ ven 13 dalle 17 alle 19).

Trieste, città colta e sensibile all’arte – scrive Accerboni – si arricchisce di un nuovo spazio espositivo, l’Atelier dell’arte, che s’inaugura oggi alle 18 in via Raffineria 4/c: quattrocentottanta metri quadrati che nobilitano una strada, fino a pochi anni fa costellata da attività artigianali triestine, poi trasformatesi spesso in bar. Il coraggio dell’impresa è di Maria Rita Angelini, romana a Trieste da quarant’anni, pittrice e figlia d’arte, poiché la madre Elena De Simone era un architetto-artista che fin da giovanissima l’aveva iniziata a diverse discipline artistiche. Tant’è che l’iniziativa, sostenuta e gestita dall’omonima associazione, che ha come fine quello di promuovere e diffondere la cultura dell’arte, si apre con una rassegna intitolata “Tra la realtà e il sogno” visitabile fino al 14 aprile: in mostra opere dell’Angelini stessa che, dopo un periodo ispirato allo spazialismo, propone ora dipinti di taglio figurativo, tra i quali alcuni ritratti di grande sensibilità, di cui uno ispirato anche alla nobile attività di donare il sorriso ai bimbi ammalati. Testimoni del suo entusiasmo per la pittura a olio, svolta con un occhio attento alla tradizione ma anche alla Pop art e alla pittura, digitale che ritiene sarà il futuro dell’arte. Da menzionare altresì la sua passione per le grandi superfici telate, murali e lignee, dipinte con la consueta verve, e per il recupero architettonico.

Accanto al vivace cromatismo della pittrice romana, vengono presentate diverse prove dell’arte visionaria e fantastica di Ruggero Raimondi, artista triestino di qualità che ritorna alla ribalta dopo molti anni di silenzio e una intensa e qualificata attività giovanile internazionale. La nuova galleria, dove ha sede l’Associazione, il cui programma futuro sarà costellato di numerosi eventi e incontri culturali, è collocata in un palazzo Liberty di grande pregio, testimone di quella particolare accezione che tale stile assunse a Trieste, città in cui s’intrecciano molteplici culture. Progettato nel 1912 dall’architetto Franco Angeli, fu edificato due anni dopo con l’innovazione, sotto il profilo strutturale, del cemento armato. Lo spazio espositivo è un gioiello che Angelini acquistò 13 anni fa in stato di assoluto degrado e che ha restaurato con grande passione, mirando anche alla riqualificazione della via. Prossima tappa – conclude Marianna Accerboni – sarà la mostra in galleria di 170 opere di artisti romani.

 

DOVE: L’Atelier dell’arte · via Raffineria 4/c · 34138 Trieste

QUANDO: 7 · 14 aprile 2018

ORARIO: dom 8, lun 9 e mart 10, ore 18 – 20 / merc 11, giov 12 e sab 14 ore 10 – 12/ ven 13 ore 17 – 19

A CURA DI: Maria Rita Angelini

CATALOGO: no

INFO: +39 338 6075289/ mariaritatrieste@gmail.com

 

Con cortese preghiera di pubblicazione / diffusione



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
07/04/2018 / 18:00 - 21:00

Luogo
L’Atelier dell’arte