Un, due, tre stella! Ovvero: come giocare a fare la rivoluzione

«Difficile capire come ci fossimo spinti fino a quel punto, come avessimo creato, dal niente, un mondo tanto utopico. » [Li Kunwu, P. Ôtié, Una vita cinese. Il tempo del padre, 2016]

Instant exhibition incentrata sul concetto di rivoluzione, declinato in una accezione specifica: il momento in cui le regole su cui si è basata la vita degli individui fino a quel momento cessano di valere e se ne istituiscono di nuove.
Una aspirazione alla differenza che nella storia si verifica in maniera rara e circoscritta e che è invece molto più frequente nelle situazioni di gioco. I lavori, infatti, riflettono sul momento aurorale dell’atto rivoluzionario che coincide sotto certi aspetti con il momento in cui si decide di iniziare a giocare e si agisce perseguendo l’obiettivo della formazione di una realtà altra rispetto a quella costituita.

Opere di: Andrea Amoroso, Debora De Bartolo, Étoile a pleuré rose, Andrea Gallo, Clara Gallo, Sonia Genoese, Roberta Saullo, Marco Serravalle, Massimiliano Veltri.

Finissage: sabato 5 Gennaio 2018 ore 18:30



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
05/01/2018 / 18:30 - 21:30

Luogo
OVO Officina Visuale Orizzontale