home Notiziario, Performance Raumlabor, Forms of Turmoil | Ubermut Project

Raumlabor, Forms of Turmoil | Ubermut Project

In zona BASE a Milano (P.ta Genova) nel contesto del fuorisalone 2017 (evento mondano e disimpegnato) si hanno a volte delle sorprese. È stato il caso del progetto Forms of Turmoil dei berlinesi Raumlabor, e delle performaces collettive MARE NOSTRUM di Nicoletta Braga con BreRaum, e di Agreement to Zinedine-ATZ.

Non si è trattato in questo caso di inscenare tumulti o proteste, né tantomeno di estetizzare il disagio sociale, pratica disdicevole e diffusa oggi in arte, quanto di richiamare all’attenzione della cittadinanza distratta e distrutta dai km percorsi tra gli innumerevoli stand, ma anche ai passanti avventori e visitatori, alcuni concetti di grande attualità.

MICROARCHITETTURE, THE SPONSOR OF THE SKY IS THE WIND, NON SI VENDE, NON SI COMPRA, NON UNA DI MENO, NON SEGUITECI , i primi slogan… da BASE alla Darsena al Giambellino, dal Macao all’ortofrutta.

Le parole chiave in MARE NOSTRUM sono state REFUGEES WELCOME, WORK, NATURE POETRY. Scritte si, ma in questo caso usando il codice internazionale delle bandiere nautiche.

I performer hanno percorso larghi giri, da BASE passando per i Navigli hanno raggiunto la Darsena poi Sant’Eustorgio e le colonne di San Lorenzo. Ad ogni tappa, le bandiere, ricostruite sui cuscini pneumatici di raumlabor, proclamavano il loro messaggio di denuncia e speranza, un monito per una cittadinanza attiva.

Ciascuna bandiera ha un significato proprio, (es. Uomo in mare, fuoco a bordo etc.) ma rappresenta anche una lettera dell’alfabeto. Pertanto le bandiere/concetti/lettere, si possono usare per comporre qualsiasi messaggio complesso. Ne deriva una interessante e originale coreografia scrittografica che fa riflettere su dati dell’attualità, attraverso il linguaggio della poesia e dell’arte.

Alle performance in strada si sono accompagnate delle letture e delle azioni al chiuso, come <case senza gente e gente senza case> di Massimo Mazzone, Annalisa Deligia, ha danzato il testo nello stile Bharatanatyam,

Arianna Saroli

Raumlabor, FORMS OF TURMOIL/Ubermut Project

con Agreement to Zinedine-ATZ, Nicoletta Braga e BreRaum.

03/09 Aprile 2017 Milano

Translate »