home Anticipazioni, Bocs Art Cosenza, Inaugurazioni, Musei, Notiziario Il BoCs Art Museum di Cosenza è una realtà

Il BoCs Art Museum di Cosenza è una realtà

Il 15 Dicembre è una tappa importante per Cosenza e per tutta l’arte. Inaugura il BoCs Art Museum, uno spazio creativo e dinamico ricavato in un corpo appena restaurato del complesso monumentale di San Domenico e destinato a raccogliere una collezione ricca e consistente. Parliamo del nuovo Museo d’Arte Contemporanea di Cosenza dedicato al progetto di Residenza più grande d’Europa, parliamo delle donazioni di circa 330 artisti che, invitati dall’Associazione Culturale I Martedì Critici, hanno partecipato alle residenze BoCs Art a partire da luglio 2015 e che in un lungo ciclo espositivo, saranno allestite nel nuovo museo. In questo evento inaugurale sono novanta gli artisti selezionati dal Direttore artistico Alberto Dambruoso per la mostra dal titolo “Ricognizioni. Dai BoCs Art i linguaggi del contemporaneo” un’esposizione che racconta il complesso e variegato mondo dell’arte dei giorni nostri in un ventaglio di quelle che sono oggi le modalità tecnico – espressive più praticate dagli artisti contemporanei.

A due anni e mezzo dall’inizio del progetto, dopo quattordici sessioni di residenza il Museo è una tappa tangibile che celebra l’arte e il valore culturale e sociologico che deriva dal progetto Bocs Art Cosenza nato nel 2015 da una idea del Comune di Cosenza, in collaborazione con I Martedì Critici e con la curatela di Alberto Dambruoso e parte di un finanziamento dell’Unione Europea volto a riqualificare alcune zone depresse del sud Italia.

Il museo, la residenza e allo stesso modo il libro che in parallelo racconta le opere e lo sviluppo del progetto, sono una piattaforma di dibattito artistico, un laboratorio di talenti e di idee nel quale gli artisti sono chiamati a realizzare progetti che vanno dalla scultura alla pittura, dalla street-art alla fotografia, dalla performance fino alla videoarte, in una ricerca che li vede interagire anche in un dialogo costruttivo con il territorio. Il catalogo edito da Manfredi Edizioni curato da Alberto Dambruoso e Annalisa Ferraro, promosso e fortemente voluto dal comune di Cosenza, racconta nelle 264 pagine l’esperienza Bocs Art con i suoi 221 artisti che vi hanno preso parte nelle prime dieci sessioni di residenza.

Nella visione del sindaco Mario Occhiuto oltre la creazione di questo Museo negli spazi ristrutturati del Complesso Monumentale di San Domenico, c’è l’intenzione di restituire alla città il rifacimento totale della piazza Campanella e il restauro della Chiesa nel tentativo di creare un luogo magico affollato da giovani, ai piedi del centro storico di Cosenza. Ma oggi questa non è solo una visione, un progetto, questa è già una realtà.

Nella cerimonia inaugurale, prevista venerdì 15 dicembre a partire dalle 17.00, il famoso taglio del nastro, non sarà una formalità: siglerà che un percorso di sviluppo delle arti e di sostegno a queste è possibile; affermerà questo progetto come un esempio di innovazione per tutte le amministrazioni, gli istituti e le istituzioni. Il taglio del nastro sarà anche il premio per chi ha lavorato con professionalità e segnerà che l’arte può essere traccia indelebile che distingue un territorio e lo connette con un sistema più ampio di sviluppo culturale.

Gli artisti del primo evento espositivo del BoCs Art Museum: Paolo Angelosanto, Alessia Armeni, Paolo Assenza, Navid Azimi Sajadi, Francesco Bancheri, Antonio Barbieri, Mirko Baricchi, Gianfranco Basso, Marco Bernardi, Cristian Biasci, Davide Bramante, Marcello Buffa, Alessandro Bulgini, Francesco Cabras, Stefano Canto, Riccardo Cavallini, Francesco Cervelli, Angelo Colagrossi, Marco Colazzo, Stefano Cumia, Davide D’Elia, Giovanni De Angelis, Iginio De Luca, Camilla De Maffei, Alessandra Di Francesco, Mauro Di Silvestre, Matteo Fato, Antonio Finelli, Pietro Finelli, Raffaele Fiorella, Alessandro Fonte, Giovanni Gaggia, Dionigi Mattia Gagliardi, Paolo Grassino, Gianfranco Grosso, Sandra Hauser, Teresa Iaria, Shingo Inao, Susanne Kessler, Pierpaolo Lista, Federico Lombardo, Giovanni Longo, Adele Lotito, Mauro Magni, Vincenzo Marsiglia, Andrea Martinucci, Pablo Mesa Capella, Paolo Migliazza, Riccardo Murelli, Elena Nonnis, Maurizio Orrico, Hannu Palosuo, Alice Paltrinieri, Virginia Panichi, Alessandro Passaro, Claudia Peill, Donato Piccolo, Maria Pia Picozza, Federico Pietrella, Giuseppe Pietroniro, Mariagrazia Pontorno, Pierluigi Pusole, Gianluca Quaglia, Arash Radpour, Sara Ricciardi, Giacomo Rizzo, Giacomo Roccon, Vincenzo Rusciano, Matteo Sanna, Bariş Saribaş, Emanuele Sartori, Corrado Sassi, Thomas Scalco, Francesco Scialò, Marco Scifo, Davide Sebastian, Arjan Shehaj, Jonathan Silverman, Meri Tancredi, Matteo Tenardi, Giuseppe Teofilo, Lamberto Teotino, Alberto Timossi, Mat Toan, Saverio Todaro, Antonio Trimani, Massimo Uberti, Delphine Valli, Fiorenzo Zaffina, Serena Zanardi.