home Notiziario It must be astract

It must be astract

It must be astract, veduta dell'esposizioneE’ in corso alla Galleria Cardi, negli spazi espositivi di Pietrasanta (LU), la mostra It must be astract, composta da nove grandi opere a parete di artisti con un marcato approccio alla grammatica astratta e ai modi della pittura astratta-informe. Si tratta di Domenico Bianchi, Lawrence Carroll, Helmut Dorner, Bernard Frize, Günther Förg, Jonathan Lasker, Jason Martin, Nunzio e Anselm Reyle. Ciò che li accomuna, oltre a questioni linguistico-strutturali, è la ricerca, la scoperta e la continua sperimentazioni di metodi operativi personali, attraverso i quali re-inventare le forme dell’astrazione, per rimetterle in discussione e ridefinirle.

It must be abstract trae origine dal titolo assegnato da Wallace Stevens (1879-1955) a una sezione del suo celebre poema Notes Toward a Supreme Fiction (1940), e suona ancora oggi come l’imperativo di un secolo che ha visto nell’astrazione e nella sublimazione del linguaggio una via non dogmatica, ne’ prosaica, alla ricongiunzione tra soggetto e oggetto, tra facoltà umane ed eventi della vita, tra mondo delle sensazioni e universo delle leggi naturali.

L’esposizione si concluderà il 30 Maggio.

Translate »