James Yamada

Venerdi 19 marzo  la Galleria Raucci e Santamaria inaugura a Napoli la mostra “Unless I dream of one tonight” di James Yamada, che compie con il proprio lavoro una ricerca nelle contraddizioni del rapporto tra natura e progresso tecnologico nello sviluppo del sistema capitalistico globale.

Utilizzando un linguaggio che evolve di pari passo con la tecnologia l’artista riflette sulle continue modificazioni culturali, sociali ed ambientali, evidenziando il declino morale e biologico di una società frenetica e consumistica. Paesaggi naturali ed artificiali sono spesso ibridati dall’artista che evidenzia ironicamente un confine sempre più labile ed indistinguibile. Misurandosi con diversi media (fotografia, pittura, scultura, video) Yamada smaschera l’impossibilità di imbrigliare il linguaggio in un codice univoco ma anche la volontà di lasciare allo spettatore una libera e del tutto autonoma possibilità di scelta e di interpretazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »