home Traduzioni Mary Kelly | The Practical Past

Mary Kelly | The Practical Past

La storica installazione Post-Partum Document 1973–79, in cui vengono tracciati i primi anni della vita dell’artista con il figlio – dai suoi primi pasti solidi all’acquisizione del linguaggio – è stata così massicciamente presente nel dibattito intellettuale che è difficile immaginare la storia dell’arte femminista senza farvi riferimento. E in essa così cristallina è stata l’articolazione di principi psicanalitici che è facile dimenticare quanto prosaica sia l’arte di Mary Kelly nella realtà. I pannolini sporchi sono la prova che l’artista ha svezzato bene il piccolo; e la documentazione di ogni sua singola espressione verbale rende chiara la frustrazione, assai comune, legata a un bambino che ignora totalmente il controllo del genitore.

Questa mostra, intitolata The Practical Past, ci ricorda che il lavoro di Kelly è fondamentalmente utile e che fu Post Partum Document a indicare la maternità e la prima infanzia come i primi di una lunga serie di traumi, estendendo poi il tema alla sfera degli sconvolgimenti politici e delle rivoluzioni passate e presenti, con le loro promesse e i loro fallimenti.

Tre stampe del 2016 raccontano con caratteri tipografici minuscoli la reazione di Kelly di fronte a tre fatti storici, che lei descrive in testi poetici. In Unguided Tour c. 1940 tre uomini leggono in una biblioteca di Londra durante il bombardamento in seguito noto come “Blitz”; in Unguided Tour c. 1968, una donna alza una bandiera alla vigilia di uno sciopero generale, a Parigi; e protagonisti di Unguided Tour c. 2011 sono alcuni manifestanti del Cairo che si raccolgono in piazza Tahir pochi giorni prima della caduta del governo di Mubarak. Le tre stampe servono a introdurre opere di più grande formato, fatte solo di lanugine compressa (sì, proprio quella che si toglie dal filtro dell’asciugatrice). L’opera di Kelly gira intorno a queste surreali irruzioni di speranza, mentre è in bilico su vecchie ansie, per la persistente incongruenza tra buona politica (di sinistra) e cattivi (o spesso non sufficientemente femministi) comportamenti.

Articolo originale apparso su

© Artforum, November 2017, “Mary Kelly,” by Kaelen Wilson-Goldie.

https://www.artforum.com/picks/id=71965

Traduzione di Cristina Rosati

Translate »