home Notiziario, Personali Maurizio Cannavacciuolo – Islas y Otras Historias

Maurizio Cannavacciuolo – Islas y Otras Historias

Sembra di sostare in un’antica cattedrale medievale quando davanti agli occhi, tra linee e colori, si intrecciano e si compongono le storie dipinte da Maurizio Cannavacciuolo. Figure, luoghi, azioni si nascondono nelle trame tessute di un racconto a più direzioni. È un gioco di pensiero, oltre che di osservazione, un’esercitazione di interpretazione; sono narrazioni che chi guarda può scovare, provando ad immaginare quello che l’artista aveva scelto di raccontare, o tassello dopo tassello può divertirsi a ricamare.

Come le antiche vetrate, le opere di Cannavacciuolo si fanno testimonianza di una cultura contemporanea e collettiva, memoria di vicende storiche, al tempo stesso rappresentazione di un mondo onirico, attraversato da miti e leggende, ma anche da molteplici verità. In uno stile che a tratti può apparire decorativo, sulle tracce dell’arte orientale, di arazzi e tessuti, Cannavacciuolo impregna ogni lavoro di significati celati o enigmatici, dalla forte connotazione psicologica. È la luce, come da tradizione medievale, che rende viva la composizione e che accende i riflettori su sagome, volti, animali, luoghi, scritte, pensieri, immagini che sembrano superflue e che invece custodiscono il vero significato dell’opera e le indicazioni da seguire per comprenderlo.

È la tensione che alcuni dipinti trasmettono, l’energia che tanti altri comunicano, la calma e l’equilibrio di alcune tele, l’invito alla sosta, al pensiero e alla ricerca di un’interpretazione che altre suggeriscono, così si riempiono le sale della Galleria Emmeotto, in un allestimento, a cura di Alberto Dambruoso, che pone le opere di Cannavacciuolo in perfetta armonia con gli spazi antichi di Palazzo Taverna. Così come il Palazzo, perfettamente in equilibrio tra memoria storica, fucina artistica della metà del secolo scorso, e casa del contemporaneo ora, le opere di Cannavacciuolo si posizionano nel migliore dei tempi sospesi: quello che custodisce in sé quei simbolismi che sin dalle epoche antiche dialogavano con la comunità, colta o popolana che fosse; quel tempo che è possibile ammirare nelle vetrate medievali e nei tasselli mosaicali; il tempo dell’art nouveau, del decorativismo e delle vetrate in stile liberty; quel tempo che va dagli anni delle seconde avanguardie fino al racconto della società contemporanea.

Maurizio Cannavacciuolo
Islas y Otras Historias

Emmotto Arte – Roma
a cura di Alberto Dambruoso
7 Aprile – 23 Giugno 2017

Translate »