home Notiziario Ottavio Mangiarini | Qui Astana!

Ottavio Mangiarini | Qui Astana!

“Qui Astana!” È il nome del progetto che coinvolge artisti italiani e kazaki presso il padiglione italiano all’interno della prestigiosa cornice dell’Expo 2017. Si tratta di un iniziativa promossa dall’ambasciatore italiano Stefano Ravagnan e curata da Arminio Sciolli, gallerista del Rivellino Ldv Gallery di Locarno, sulle orme della passata esperienza svoltasi al padiglione Corriere della Sera nella precedente rassegna dell’esposizione universale a Milano nel 2015. Il progetto vuole promuovere il panorama dei giovani artisti italiani e relazionarli con artisti locali kazaki. Il tutto si svolge nella hall esterna del padiglione, garantendo una visibilità di primo piano e avvicinando il pubblico a scoprire non solo cosa accade all’ interno del padiglione ma di creare uno spazio di confronto con l’arte contemporanea che rappresenta il nostro paese. Ogni dieci giorni infatti si alterna un’artista che produce le sue opere direttamente sotto gli occhi del pubblico, e magari prova ad interagirvi.

Il tema di questo Expo 2017 verte sull’energia del futuro, grande tema volto a sensibilizzare soprattutto le nuove generazioni; anche grazie al progetto artistico “Qui Astana!”, che si connota come unicuum all’interno dell’intera esposizione si lavora in tal senso con opere studiate per questa tematica. Il primo artista che partecipa è Ottavio Mangiarini, pittore e artista terapista diplomato nel 2015 all’Accademia di belle arti di Brera a Milano. Mangiarini, oltre che operare su varie tele di grande formato sta realizzando proprio in questi giorni un’installazione composta dai ritratti delle persone di tutte le nazionalità presenti come “scambio” di energia nel rapporto che crea tra lo sguardo del ritrattista e del ritrattato. Ognuno di questi lavori è una rapida sintesi dal segno forte ed energico di Mangiarini che si sublima nel colore e nelle paste cromatiche. Stesso discorso si può riscontrare poi nei lavori delle grandi opere, dove i soggetti vibrano tra i contrasti contemporanei della pittura italiana. Il progetto a ottenuto notevole successo, con alcune opere che verranno donate al Shangai National museum, al Garage museum di Mosca e altre sedi diplomatiche e di prestigio dove rimarrà traccia di questi lavori.
Ottavio Mangiarini