Piergiorgio Viti

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? Da pacifista, non ammazzerei nessuno, se non le zanzare quando mi infastidiscono d’estate. E poi, bisognerebbe mettersi d’accordo su quale tempo ammazzare: il passato? il presente? il futuro? Chronos? Kairos? Aion? A volte penso che, più che ammazzarlo, il tempo lo vorrei fermare, cristallizzare (“là dove agostinianamente più …

Paolo Ruffilli

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? Con le armi dell’ironia, le uniche che consentono di aderire nel distacco, e con quelle del paradosso, le uniche capaci di esprimere la coincidenza degli opposti nella miscela di vita e morte che ci riguarda nel precipizio del tempo. 2) “Da qui all’eternità”: è un lungo viaggio, in …

Alessandro Moscè

Il tempo lo ammazzo soprattutto salvando quello già trascorso attraverso il ricordo, altrimenti non sarei un poeta e un narratore. Non vivo l’eterno presente, che è il grande male dei nostri giorni. L’eternità è un’idea, una speranza. Da qui all’immortalità, potremmo dire, che è la stessa cosa. Il dopo non lo conosce nessuno, ma si …

Mina Welby

1) Che cos’è l’arte? Un lavoro, oppure un hobby? Per me l’arte è un talento del modo di creare, vuoi, anche solo il minestrone. Ricordo i lavori di sartoria di mia madre che da vestiti vecchi riusciva a produrre dei vestitini per me, bambina, che le mie compagne di scuola mi invidiavano. Arte per me …

Maria Lenti

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? R. : Non ammazzo il tempo. Cerco di farlo mio: libri, arte, affetti, paesaggio, viaggi. Respiro l’aria che non tira. 2) “Da qui all’eternità”: è un lungo viaggio, in quale stazione fermarsi? R.:  Dove ero, mi sono fermata. Mi fermo dove sono. Per vivere, fare, incontrare. Il desiderio …

Maria Grazia Maiorino

Ammazzare il tempo: con quali armi? Ho sempre pensato che il tempo sia un bene troppo prezioso per poter anche solo immaginare di ammazzarlo! Viverlo invece, pienamente, nei momenti di essere (come li chiama Virginia Woolf) e anche in quelli di non essere, facendosi accompagnare e consolare da presenze amiche: per me i libri, un …

Maria Grazia Calandrone

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? Vorrei che il tempo non morisse mai, che certi momenti stessero fermi nella memoria come stanze alle quali accedere quando se ne ha desiderio o bisogno. Invece il tempo esiste, e cancella, anche quello che si credeva incancellabile, nel bene e nel male, per fortuna e per disgrazia. …

Gabriele Paolini

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? La parola “arma”, usata con un qualsivoglia significato mi terrifica!!!. Ammazzo il tempo a caccia dell’ipocrisia umana. Ammazzo il tempo con una sana e benefica scopata. Possibilmente con un bel giovanotto di 20 anni!!!. Ammazzo il tempo scoprendo quanto falsa sia la “famiglia italiana”. Ammazzo il tempo usando …

Luigi Bruti

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? Per un musicista sicuramente con l’arma della creatività.  Avere del tempo a disposizione oggi è sempre più una rarità presi così come siamo da una vita frenetica. Avere del tempo da dedicare a noi stessi quasi ci disorienta, abituati come siamo nel vortice degli impegni e sono questi …

Isabella Leardini

1) Ammazzare il tempo: con quali armi?  Con l’arma della resistenza, l’arma delle cose che nel tempo sanno durare come strane pietre originarie, cariche di qualcosa che è materia del tempo stesso. 2) “Da qui all’eternità”: è un lungo viaggio, in quale stazione fermarsi?  Nella fiaba di Andersen La Regina della Neve, eternità è la …

Héctor Ulises Passarella

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? Infinite volte ho sentito dire “faccio tale cosa per ammazzare il tempo” …. Non mi sono mai riconosciuto in quella tipologia di persone …Forse perché non ho mai avuto tempo da ammazzare. 2) “Da qui all’eternità”: è un lungo viaggio, in quale stazione fermarsi? Il concetto di eternità …

Guido Garufi

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? E’ difficile ammazzare il tempo, e la sfida è antica. Armi specifiche non ce ne sono, forse forse…l’illusione generata dall’Arte. Con questa il tempo non si “ammazza”, ma si modifica in una metamorfosi che, a volte, porta sollievo. Non tanto a me, confesso, ma probabilmente a che mi …

Gianfranco Lauretano

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? Quelle che costruiscono qualcosa, soprattutto delle relazioni. Nella relazione infatti è descritta la vera natura dell’uomo: il contrario di io è noi, ha detto qualcuno. L’arte, la letteratura, la musica contengono ed esprimono questa domanda. Non partono e non vanno mai nella solitudine. 2) “Da qui all’eternità”: è …

Filippo Brandi

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? … con una sorta di indifferenza… sgambettare all’allargarsi delle aspettative, delle attese, dei feedback… viviere di prima… nell’esserci che non ha né passato né futuro… improvvisazione pura… io vivo sulla mia pelle la pratica estetica ed estatica dell’improvvisazione musicale, ne faccio risuonare ogni escrescenza interiore ed esteriore della …

Fausto Bongelli

1) Ammazzare il tempo:con quali armi? Poverino…e perché? Secondo me fa un ottimo lavoro; spesso, grazie a lui, ho avuto ragione. 2) “da qui all’eternità”: è un lungo viaggio, in quale stazione fermarsi? Non mi è dato scegliere la stazione; spero solo di scendere una sola volta. 3) I sogni finiscono o si interrompono? Conosco solo …

Eliza Macadan

1) Ammazzare il tempo: con quali armi? Impossibile, non esistono armi. E poi, perché farlo? Il tempo è l’unico alleato che abbiamo – ma è anche l’inganno che sta alla base del nostro esistere. Sono pochi gli umani che riescono a vedere oltre il velo gettato dal Creatore in uno scherzo supremo, come per dire: …

Daniela Poggi

Ammazzare il tempo: con quali armi? Più che ammazzare preferisco vivere il tempo: libri, sport, respirare, meditazione, preghiere, coccolare il mio cane, telefonare a quegll amici che non sento da un po’, sistemare i cassetti, buttare la roba inutile, scrivere gli obiettivi e immaginare un percorso per raggiungerli. “Da qui all’eternità”: è un lungo viaggio, …

Alessandro Canzian

Ammazzare il tempo: con quali armi? Ammazzare il tempo implica in qualche modo una necessità di ammazzarlo che non condivido completamente. Senza arrivare ad appellarsi al concetto di otium direi che il tempo è un qualcosa che inevitabilmente esiste a prescindere da noi, e con il quale dobbiamo altrettanto inevitabilmente fare i conti. La storia …

Lo stato di salute dell’artista

Nell’attesa e altro tempo da perdere La luce rarefatta dell’inverno legittima nel suo biancore livido dei volti e delle cose i confini che ci attraversano. E ci conferma che ci siamo, nella densità dei giorni, nella compattezza impenetrabile del reale, noi siamo presenti nel nostro imperturbabile ingombro a cadenzare il ritmo delle stagioni, quello che …

Alessandra Paganardi

Ammazzare il tempo: con quali armi? Tutte le espressioni popolari celano un’antica saggezza e questa non fa eccezione. Fra le righe si legge una verità fin troppo nota: il tempo consuma, fa invecchiare, uccide. Lo sapeva già Ovidio (come la maggior parte dei “classici”, aveva capito quasi tutto) quando parlava di “tempus edax”. Lo sapevano …