Alessandro Catà

Risposte, nell’ordine, al questionario di Rita  Una lentezza vaga, una noia tingevano di giallo e verdognolo le pareti. Bello, ma troppo vuoto, è il cielo. Bendarsi pallido, appartarsi ancora, sostituire il mondo con carta da parati. Seduto sui gradini di una chiesa, davanti a una fontana, con la luce di un pomeriggio che va verso …

Bianca Garavelli

1 Ammazzare il tempo: con quali armi? Perché ammazzare il tempo? È così veloce nel fuggire che non vale la pena di inseguirlo. Invece, propendo per dialogare diplomaticamente col tempo: conquistarlo, prenderne di più per esplorare la vita. 2 “Da qui all’eternità”: è un lungo viaggio, in quale stazione fermarsi? Nella stazione in cui c’è …

Nove domande ai critici | Fabiola Naldi

Per fortuna ci sono gli artisti: condividi, e in che misura, questa intonazione o inno che dir si voglia? Non isolerei l’ambito estetico solo alle pratiche artistiche ma amplierei la visione a un’approccio espanso già timidamente iniziato dalle Avanguardie Storiche del secolo scorso. Non vi è un’unica realtà ma diverse che, se lavorano insieme, ampliano, …

Nove domande ai critici | Cecilia Serbassi

Per fortuna ci sono gli artisti: condividi, e in che misura, questa intonazione o inno che dir si voglia? C’è un rapporto di dipendenza tra artista e curatore/critico, quindi direi che la fortuna risiede nell’incontro, trovarsi al posto giusto con l’artista e/o curatore giusto! Considerando la “liquidità” della nostra epoca, quali sono, se ci sono, …

Nove domande ai critici | Luca Panaro

Per fortuna ci sono gli artisti: condividi, e in che misura, questa intonazione o inno che dir si voglia? Da scolpire nel marmo. Considerando la “liquidità” della nostra epoca, quali sono, se ci sono, i limiti del soggetto artista? Penso a un otto rovesciato. Qual è il tuo filo diretto con l’artista, il suo mondo, la sua vita privata? Ti sei …

Nove domande ai critici | Giovanna Giannini Guazzugli

Per fortuna ci sono gli artisti: condividi, e in che misura, questa intonazione o inno che dir si voglia? La condivido come intonazione, più che come inno (diciamo che non ci metterei il punto esclamativo alla fine, pensando alla formidabile capacità di alcuni artisti di essere grandi scocciatori, o anche semplicemente dei fantastici egocentrici!). Il …

Nove domande ai critici | Claudio Libero Pisano

Per fortuna ci sono gli artisti: condividi, e in che misura, questa intonazione o inno che dir si voglia? Condivido sicuramente! Se ci sono gli artisti ci sono tutti a seguire. Senza artisti non esisterebbero curatori, critici, gallerie, musei….. Considerando la “liquidità” della nostra epoca, quali sono, se ci sono, i limiti del soggetto artista? …

Una storia, senza un inizio, senza una fine

È difficile dire se in questi sessantotto anni passati a produrre e promuovere, promuovere e produrre arte (?), sia emersa una verità lungimirante: l’illusione gravita tra i recessi del subconscio e nemmeno sotto tortura dirò mai la verità. Sto parlando degli innamoramenti, di quel tempo quando l’albero a cui tendevo la pargoletta mano era ricco …

Lo stato di salute dell’artista (2)

Era l’agosto del 2014, quando, sollecitata dai quesiti che di amletico ne sono solo un pallido eufemismo, scrissi alcune considerazioni che erano lo scenario per introdurre in un brevissimo questionario le domande rivolte agli artisti, amici, vicini per conoscenza, stima, e quel radioso destino che ci accomuna. Sono trascorsi così due anni nell’accelerazione degli accadimenti …

Rita Vitali Rosati Lo stato di salute dell’artista

L’estate  annaffiata che abbiamo visto trascorrere  non solo scrutando le previsioni del meteo nazionale ci ha restituito una stagione dai profitti invisibili. Non si tratta, come suggerisce l’autrice di libri new age, che sondano le funzioni di determinati Campi Energetici invisibili, di giungere a stimolare felici connessioni con l’Universo empatico che ci circonda. No, non …