home Inaugurazione Gardens of the Dragon di Vanni Cuoghi

Gardens of the Dragon di Vanni Cuoghi

Maurizio Caldirola Arte Contemporanea è lieta di presentare Gardens of the Dragon, mostra personale di Vanni Cuoghi.
Negli spazi della galleria verrà installato un grande disegno eseguito su centinaia di post-it e sarà esposta una serie di quindici dipinti, eseguiti ad acquerello, su confezioni di psicofarmaci.
Le scatole di medicinali, antipsicotici che vengono prescritti quando viene diagnosticata una forma di schizofrenia, vengono aperte, ritagliate e ricostruite al contrario dall’artista così da creare dei piccoli teatrini il cui fondale è costituito dal nome del farmaco stampato sulla confezione.
Su questi lavori, nominati Rimedi, sono dipinte scene di battaglie impossibili tra cavalieri e mostri.
Scrive Vanni Cuoghi: “Tutto il mio lavoro ha da sempre analizzato i meccanismi legati alla narrazione e quello che mi ha affascinato sempre è stato il cortocircuito di immagini che viene innescato da un binomio o un dittico.
Il cortocircuito ha sempre un effetto sorpresa che fa deragliare l’iter logico della narrazione. E’ quello che Alighiero Boetti definiva “La mossa del cavallo” riferita all’andamento a “L” che ha, nel gioco degli scacchi, la pedina del cavallo, l’unica a non seguire un percorso ortogonale o diagonale sulla scacchiera.
Inoltre, l’abilità pittorica, usata come cavallo di Troia, confonde ancora di più le acque: l’illustrazione viene tradita dal supporto che la ospita e il rimando alla battaglia non è più solo di ordine rappresentativo, ma esistenziale. Queste scatole sono state realmente teatri di battaglie quotidiane contro mostri e draghi generati dalla mente.”

Vanni Cuoghi is graduated in set design at the Brera Academy, Milan. He has participated in numerous biennials in Italy and abroad, including the St. Petersburg Biennial (2008), the Prague Biennial (2009), the 54th Venice Biennale, Corderie dell’Arsenale, Padiglione Italia (2011) the 56 Biennale of Venice, Collateral Italia Docet (2015) and the Italy-China Biennale (2012) and also participated in public exhibitions at the Palazzo Reale in Milan (2007), the Haidian Exhibition Center in Beijing, on the occasion of the XXXIX Games Olympic (2008), the Liu Haisu Museum in Shanghai (2008), the Museum of Contemporary Art in Permm, Russia (2010), the Sforzesco Castle in Milan (2012) Fabbrica del Vapore in Milan (2015) Vestfossen Kunstlaboratorium Museum in Norway (2018). Since October 2015 he has held the chair of Painting at the Aldo Galli Academy in Como. Prague Biennale (2009), the 54th Venice Biennale, Corderie dell’Arsenale, Italian Pavilion (2011) the 56th Venice Biennale,
Collateral Italia Docet (2015) and the Italy-China Biennale (2012) and also participated at public exhibitions at the Palazzo Reale in Milan (2007), the Haidian Exhibition Center in Beijing, on the occasion of the XXXIX Olympic Games (2008), the Liu Haisu Museum in Shanghai (2008), the Museum of Contemporary Art of Permm, in Russia (2010), the Sforzesco Castle in Milan (2012) Fabbrica del Vapore in Milan (2015) Vestfossen Kunstlaboratorium Museum in Norway (2018). Since October 2015 he holds the chiar in Painting at the Aldo Galli Academy in Como. Among the personal solo exhibitions, in 2011 we remember Novus Malleus Maleficarum, at San Pietro in Atrio and Pinacoteca di Palazzo Volpi in Como, in 2013, Aion at the Cremaschi Civic Museums in Crema, in 2016 from Cielo a Terra to the Jewish Museum of Bologna, in 2017 The Invisible Sun, at the Francesco Messina Museum in Milan.

Maurizio Caldirola Arte Contemporanea è lieta di presentare Gardens of the Dragon, mostra personale di Vanni Cuoghi.
Negli spazi della galleria verrà installato un grande disegno eseguito su centinaia di post-it e sarà esposta una serie di quindici dipinti, eseguiti ad acquerello, su confezioni di psicofarmaci.
Le scatole di medicinali, antipsicotici che vengono prescritti quando viene diagnosticata una forma di schizofrenia, vengono aperte, ritagliate e ricostruite al contrario dall’artista così da creare dei piccoli teatrini il cui fondale è costituito dal nome del farmaco stampato sulla confezione.
Su questi lavori, nominati Rimedi, sono dipinte scene di battaglie impossibili tra cavalieri e mostri.
Scrive Vanni Cuoghi: “Tutto il mio lavoro ha da sempre analizzato i meccanismi legati alla narrazione e quello che mi ha affascinato sempre è stato il cortocircuito di immagini che viene innescato da un binomio o un dittico.
Il cortocircuito ha sempre un effetto sorpresa che fa deragliare l’iter logico della narrazione. E’ quello che Alighiero Boetti definiva “La mossa del cavallo” riferita all’andamento a “L” che ha, nel gioco degli scacchi, la pedina del cavallo, l’unica a non seguire un percorso ortogonale o diagonale sulla scacchiera.
Inoltre, l’abilità pittorica, usata come cavallo di Troia, confonde ancora di più le acque: l’illustrazione viene tradita dal supporto che la ospita e il rimando alla battaglia non è più solo di ordine rappresentativo, ma esistenziale. Queste scatole sono state realmente teatri di battaglie quotidiane contro mostri e draghi generati dalla mente.”

Vanni Cuoghi
Gardens of the Dragon
21 marzo – 20 aprile 2019
OPENING 21 marzo h 19:00
Via Volta 26, 20900 Monza (MB)

Maurizio Caldirola Arte Contemporanea

Via Volta 26, 20900 Monza (MB)

+39.039.2623372

info@mauriziocaldirola.com

intern@mauriziocaldirola.com



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
21/03/2019 / 19:00 - 21:00

Luogo
Maurizio Caldirola Arte Contemporanea