Gordon Matta-Clark. Case Study. Milan 1973>1975

In occasione di Miart 2018 Montrasio Arte è lieta di annunciare Gordon Matta-Clark. Case Study. Milan 1973>1975. Il progetto che si pone come argomento di studio, si focalizza su due momenti specifici e rilevanti dell’attività artistica di Gordon Matta-Clark (New York 1943 • 1978): i soggiorni milanesi risalenti all’autunno del 1973 e al 1975, rivissuti attraverso gli scatti di Giorgio Colombo (Milano 1945). Quando arriva a Milano insieme alla compagna Carol Goodden impegnata in un tour europeo con la Trisha Brown Dance Company che prevedeva una tappa alla galleria Toselli di Milano, Matta-Clark realizza Infraform (1973) una sequenza di tagli triangolari che rivelano prospettive inedite sugli ambienti di un edificio abbandonato nel quartiere Isola. La partecipazione dell’artista newyorkese alla performance è documentato dalle fotografie per lo più inedite di Giorgio Colombo. Gordon Matta-Clark – ormai considerato una delle figure più influenti e carismatiche del secolo scorso tanto che la sua ricerca artistica è tutt’oggi considerata di grande innovazione e attualità – al suo primo arrivo a Milano ha all’attivo esperienze quali FOOD, ristorante e luogo d’incontro per la comunità artistica di SoHo fondato insieme a Carol Goodden; performance e interventi di taglio su porzioni limitate di edifici in disuso, come Bronx Floor (1972). Quando tornerà nel 1975 l’artista newyorkese ha ormai realizzato i suoi lavori più importanti come Splitting, Bingo (1974) e Day’s End, Conical Intersect su invito della Biennale di Parigi del 1975. A Milano in quell’anno tiene una personale presso la Galleria Salvatore Ala della quale sono esposti gli scatti di Giorgio Colombo che documentano il percorso del filo d’acciaio teso da Gordon Matta-Clark attraverso gli spazi della galleria: la sala espositiva, l’ufficio, i locali di servizio, oltre all’intervento sul pavimento. Contestualmente lavora a un progetto (Arc de triomphe for workers 1975) dalla forte connotazione sociale e politica per una fabbrica occupata di Sesto San Giovanni che tuttavia non verrà mai realizzato. Partecipa inoltre a SENTIRSI UN ARCOBALENO ADDOSSO, 1975. Un progetto ideato dall’artista Franco Summa 24 magliette, appositamente tessute con 24 fasce di colori, donate a 24 autori-attori che dipingono la città (Milano, Roma,Torino, Venezia) vivendola nella consapevolezza della responsabilità sociale e culturale dell’essere protagonisti della sua definizione.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
05/04/2018 / Tutto il giorno

Luogo
Montrasio Arte