home Anticipazioni, Notiziario PATCH FOR FUTURE_Expo Milano 

PATCH FOR FUTURE_Expo Milano 

theglobeIl 24 ottobre a Expo Milano, la campagna Patch for Future, promossa da Fondazione Symbola e Kip International School, sarà al centro di un grande evento che vedrà protagonisti i vincitori del concorso riservato alle scuole e l’opera The Globe di Howtan Re destinata alle Nazioni Unite.

Patch for Future, la campagna volta a promuovere gli obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite, promossa da Fondazione Symbola e KIP International School, con il patrocinio di Ministero dell’Ambiente e Expo Milano, avrà il suo culmine nell’evento di sabato 24 ottobre presso il padiglione KIP a Expo.

Dopo aver invaso di colori l’esposizione universale milanese con le patch realizzate dagli oltre 5 mila visitatori di tutte le nazionalità giunti nel corner presente nei Giardini dell’ONU, Patch for Future festeggia così il successo della campagna che ha coinvolto tutti, grandi e piccoli, italiani e non, istituzioni e scuole.

Sabato 24 ottobre alle ore 18:00, nel teatro del padiglione KIP saranno premiati i tre vincitori del concorso riservato alle scuole e sostenuto dal MIUR, cui hanno partecipato oltre 1.600 ragazzi da tutta Italia. Alla cerimonia saranno presenti il Ministro Bruno Antonio Pasquino e Fosca Nomis di Expo, Franco Pasquali e Domenico Sturabotti di Symbola, Luciano Carrino di KIP International School, l’artista Howtan Re e tanti altri importanti rappresentanti di istituzioni internazionali, intervenuti all’Incontro sullo Sviluppo dei Territori organizzato da KIP.

A seguire si terrà l’inaugurazione dell’opera The Globe, realizzata da Howtan Re con le più belle patch raccolte nel corner Patch for Future a Expo, e assunta a simbolo della campagna, portatrice dei messaggi di speranza per il futuro espressi dai partecipanti all’iniziativa. L’opera, costituita da una grande sfera, sarà inoltre donata alle Nazioni Unite durante una solenne cerimonia presso la FAO di Roma, alla presenza degli alti rappresentanti dell’Onu che hanno seguito l’attesa visita del Segretario Generale Ban Ki Moon in Italia.

Il corner Patch for Future a Expo Milano, dove sono stati accolti  migliaia di visitatori desiderosi di realizzare la proprio patch e contribuire così all’iniziativa, si presenta come un piccolo grande spazio in legno, la cui forma, come un occhio sul futuro, è avvolgente e aperta allo stesso tempo. Chi visita il corner avverte subito la sensazione di entrare a far parte di un grande progetto aperto al mondo, dove la semplicità degli strumenti utilizzati – stoffa e pennarelli – è sinonimo di inclusione e trasversalità: tutti sono infatti invitati a dare il proprio contributo creativo alla campagna Patch for Future in uno angolo raccolto ma accessibile a chiunque lo desideri. Il corner Patch for Future, situato nei Giardini dell’Onu presso il Padiglione KIP, è nato da un’idea delle creative Sabina Dedeo e Vincenzina Astore di Summit VAI, studio di progettazione con sede a Pescara, e realizzato da Luciano Gallo di GB Grafica, azienda di Chieti con oltre vent’anni di esperienza nel settore grafico, della stampa digitale e della comunicazione.

 

Patch for Future è l’iniziativa promossa da Symbola – Fondazione per le qualità italiane (www.symbola.net) in collaborazione con la KIP International School (www.kipschool.org), veicolata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nata da un’idea dell’artista Howtan Re (www.howtanre.com).

Symbola: è una fondazione nata nel 2005 con l’obiettivo di promuovere un nuovo modello di sviluppo orientato alla qualità, in cui si fondono tradizione, territorio, ma anche innovazione tecnologica, ricerca, design. In poche parole, la soft economy: un’economia della qualità in grado di coniugare competitività e valorizzazione del capitale umano, crescita economica e rispetto dell’ambiente e dei diritti umani, produttività e coesione sociale. Un modello di economia e società che l’Italia, approfittando della vetrina dell’Expo 2015, può presentare al mondo.

KIP International School: è un’organizzazione indipendente che favorisce la collaborazione tra governi nazionali, governi regionali e locali, Sistema delle Nazioni Unite, organizzazioni multilaterali, università, fondazioni e altre organizzazioni pubbliche e private per promuovere la conoscenza, le innovazioni, le politiche, le ricerche-intervento e la formazione in coerenza con gli obiettivi e i valori della Piattaforma del Millennio delle Nazioni Unite. La KIP International School è impegnata a Expo 2015, nella gestione del Padiglione S01, dal titolo Territori Attraenti per un Mondo Sostenibile e lancerà ad ottobre 2015 la costituzione del Comitato di promozione di un Sistema mondiale di cooperazione per lo sviluppo dei territori.

Translate »