home Inaugurazioni, Notiziario Premio Michetti – Diorama italiano

Premio Michetti – Diorama italiano

LXI Edizione del Premio Michetti, un momento dell'inaugurazioneÈ stata inaugurata il 24 Luglio a Francavilla al mare (CH) la 61° edizione del premio Michetti. Il titolo prescelto quest’anno, Diorama italiano, possiede una duplice valenza. Vuole indicare innanzitutto che italiani sono i trenta artisti, autorevoli e di vasta notorietà, che partecipano all’esposizione con opere quasi sempre realizzate appositamente per la mostra, ma anche che essi interpretano, spontaneamente e in assoluta libertà, altrettanti aspetti della creatività, della specificità, degli scenari esistenziali, in breve, dell’essere italiani.

Parte integrante di questo Premio Michetti è la sezione Arte e Ambiente, che non soltanto affronta un tema centrale per l’esistenza dell’uomo contemporaneo, ma riprende un’antica vocazione del Michetti che significativamente, nel 1976, realizzò la trentesima edizione del Premio intitolata L’uomo e il suo ambiente. La formula espositiva adottata, ovvero la scelta di accogliere ogni espositore con cinque opere (tre nel caso della sezione Arte e Ambiente), non è affatto casuale, ma finalizzata ad assicurare a ciascun artista una sorta di piccola sala personale, consentendo al visitatore interessato di approfondirne la conoscenza, come non permette invece la selezione abitualmente adottata di una o due opere.

La mostra, curata da Carlo Fabrizio Carli, proseguirà a Palazzo S. Domenico fino al 31 Agosto. Gli artisti presenti sono: Ubaldo Bartolini, Tommaso Cascella, Angelo Casciello, Francesco Cervelli, Marco Colazzo, Michele Cossyro, Alberto Di Fabio, Stefano di Stasio, Iginio Iurilli, Massimo Livadiotti, Salvatore Marrone, Andrea Martinelli, Alberto Mingotti, Cesare Mirabella, Mauro Reggio, Ruggero Savinio, Giancarlo Sciannella, Fabrizio Sclocchini, Giovanni Soccol, Ernesto Terlizzi. Per la sezione Arte e Ambiente: Marco Appicciafuoco, Andrea Benetti, Immacolata Datti, Margherita del Balzo, Isabella Ducrot, Ettore Frani, Piero Gilardi, Federica Luzzi, Carla Mattii e Mariano Moroni.

Translate »