La solitudine del curatore #1

Tempo fa soggiornai a Milano poiché dovevo recensire alcune mostre. Trovandomi nell’estremo nord italiano (per me, individuo provinciale, è davvero estremo), decisi di far vista a un pittore molto importante che vive in provincia di Cremona; sapendo della sua discrezione, preferisco non scrivere il suo nome. Giunto stranamente in anticipo alla stazione Garibaldi (in realtà …

La progettazione della professionalità dell’artista 2 – Scene quotidiane

La vita mostra se stessa, e l’artista ne coglie i significati in un’opera che, mostrando se stessa anche lei, diviene scena di un significato ampio, ma oscuro. In che modo la professionalità dell’artista diviene progetto di svelamento quotidiano? Quotidianità. Sugli scalini della Fontana dell’Elefante, a Catania, una ragazzetta osserva l’assolata piazza Duomo annotando, su un quaderno …

L’estetica ecologica e la necessità dell’ecosofia nell’arte

1.Prese a esame le due sfere dell’esistenza, quelle che per convenzione posseggono vita [1] e sono in grado di rinnovarla, ovvero la Natura e l’uomo, possiamo affermare sinteticamente che autonoma attività della prima è permettere vita al secondo [2], e dipendente attività del secondo è realizzare amorevolmente arte (technē) per prendersi cura della Natura e comprenderne il …

Il cuore (vuoto) di Tosatti

È storia recente, quella di artisti che raccontano lo sfacelo umano del capitalismo, dentro le piaghe insanguinate del capitalismo, per le ragioni incontrovertibili del capitalismo. Fino a qualche anno fa, meno di cinquanta e non più, coloro che si permettevano appena di analizzare ciò, lo facevano con una retorica che oggi è appesa tra le …

Jan Fabre (e non solo) alla Valle dei Templi

Forse parlo con la cosiddetta cognizione di causa, e il tono non potrà che essere corrosivo. Perché proporre un racconto su opere d’arte contemporanea, sulla loro strabiliante “innovazione”, sullo stupore (se ancora davvero stupiscono) che suscitano ai fruitori, mi pare che le riviste siano piene: colonne chilometriche di questo e di quell’altro; cioè di questo …

Franco Politano, “Apriti cielo”, all’Oratorio dei Bianchi a Palermo

L’epoca di cui l’umanità è probabilmente conquistatrice, se per un attimo venisse separata dal piano dell’esistenza in cui affresca giorno dopo giorno il suo sviluppo, tra le mani la perderemmo come quella patina di polvere sulle copertine degli antichi libri che, dell’umanità stessa, custodiscono ambiguità e dubbi, espressi nel corso del tempo. E di ambiguità …

Fiumara d’arte, il pizzo sulle opere di Antonio Presti

Quattordici misure di custodia cautelare, tre in carcere, undici sottoposte a obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, più sequestro di beni per un valore complessivo di due milioni di euro. Tra i coinvolti anche l’esponente di una cosca, un consigliere comunale di Mistretta e una cartomante di Acquedolci, entrambi comuni del messinese. L’accusa: estorsione aggravata dal …

Tracce nel tempo, Juan Esperanza a Villa Aurea

Secondo le più autorevoli fonti, le tradizioni culturali dei popoli dell’America centrale precolombiana, basate su un tipo di società stanziale e con un’economia agricola organizzata, risalirebbero al II millennio a. C. Gli scambi intrattenuti con le popolazioni “dirimpettaie” del sud America, seppure insediate a migliaia di chilometri di distanza, erano frequenti: e a testimoniarlo sono …