home Brevissime, Fiere FIAC Parigi le novità della 46a edizione

FIAC Parigi le novità della 46a edizione

La direttrice della FIAC Jennifer Flay ha annunciato il programma artistico della 46a edizione della fiera d’arte parigina. Il Grand Palais di Parigi, dal 17 al 20 ottobre 2019, ospiterà una selezione di 197 gallerie provenienti da 29 paesi. Le gallerie specializzate nell’arte moderna e contemporanea saranno rappresentate insieme ad un gruppo di leader di mercato nel campo del design moderno e contemporaneo.

Tra gli espositori, il ritorno di 9 gallerie di portata internazionale: Lisson (Londra, New York, Shanghai), Nara Roesler (San Paolo, Rio de Janeiro, New York), Contemporary Fine Arts (Berlino), caccia Kastner (Praga ), Campoli Presti (Parigi, Londra), Tomio Koyama (Tokyo), Galerie Papillon (Parigi), Sprovieri (Londra), Barone Xippas (Bruxelles).

In questa edizione anche 26 gallerie, provenienti da tutto il mondo, per la prima volta alla FIAC: Lévy Gorvy (Londra, New York, Hong Kong, Zurigo), The Box (Los Angeles), Meyer Kainer ( Vienna), Barbara Wien (Berlino), Magnin-A (Parigi), Jacky Strenz (Francoforte), BERG Contemporary (Reykjavik), Dastan Gallery (Teheran), apalazzo (Brescia), Laveronica (Modica), Kate MacGarry (Londra), JTT (New York), Simone Subal (New York), Cécile Fakhoury (Abidjian, Dakar, Parigi), Lyles & Kings (New York), Joseph Tang (Parigi), Hopkins (Parigi), Barbara Weiss (Berlino); di cui sette nel settore Lafayette: Jenny’s (Los Angeles), Gianni Manhattan (Vienna), Mariane Ibrahim (Chicago), PM8 (Vigo), Dawid Radziszewski (Varsavia), Soft Opening (Londra) e Weiss Falk (Basel).

Il programma di scultura della FIAC, FIAC Hors les Murs, ha esteso un invito al leggendario artista giapponese Yayoi Kusama per creare un’opera d’arte in loco nella storica e simbolica Place Vendôme, in collaborazione con la Victoria Miro Gallery (Londra).
 
Il programma all’aperto presenterà inoltre un ensemble di oltre venti opere nei Giardini delle Tuileries, insieme a una personale dell’artista britannico Glenn Brown, in collaborazione con Max Hetzler (Parigi, Berlino), al Musée National Eugène-Delacroix.
In un’estensione del suo programma Hors les Murs, per il secondo anno consecutivo, FIAC presenterà una selezione di progetti architettonici temporanei sulla più iconica di tutte le piazze parigine, la Place de la Concorde.
 
Il programma firmato FIAC, FIAC Projects, presenterà una quarantina di sculture e installazioni all’interno delle prestigiose sale espositive e del Petit Palais, nei dintorni del Grand Palais e sull’Avenue Winston Churchill, che sarà pedonalizzata durante la settimana FIAC.

Quest’anno, FIAC Projects è stato ideato in collaborazione con Rebecca Lamarche-Vadel, chief curator della prossima Biennale di Riga. Rebecca Lamarche-Vadel ha partecipato alla selezione di opere d’arte, insieme alla FIAC e ai team curatoriali del Petit Palais, ed è responsabile della concezione e del design della mostra presentata all’interno del Petit Palais.

Trad. dal c.s.