Connivences – Poesia ed arte in Piazza di Pietra + Robbi Huner e Barbara Roppo

Un incontro speciale, delicato ed intimista, all’insegna di arte e poesia, musica e libri: si svolgerà domani alle ore 19 la serata Connivences presso la Galleria 28 Piazza di Pietra, vicino al Tempio di Adriano, con il patrocinio di Institut Francais Centre Saint-Louis. Il termine “connivence” ha un duplice rimando: in francese richiama la complicità intellettuale e morale che va oltre le barriere del giudizio sull’altro, ma, soprattutto, “Connivences” è il nome della nuova collana di libri d’artista di Éditions de la Margeride, nuovo spazio d’incontro tra autori provenienti da orizzonti diversi, portatori di prosa o poesia, e di opere grafiche e/o pittoriche.

La serata riunirà nella galleria d’arte contemporanea la poesia interpretata dalle autrici Aurélia Lassaque e Zingonia Zingone, i preziosi libri d’artista dipinti a mano da Robert Lobet, la particolarissima  e incantevole voce di Pilar e la proiezione della video-poesia Solstici (2015): un’opera video folgorante su una poesia dedicata ai riti del solstizio d’estate che unisce testo e voce di Aurélia Lassaque alle fotografie e video realizzati dall’artista Gaël Bonnefon su musica originale di Jodël Grasset-Saruwatari.

La collana “Connivences”, il cui primo numero riunisce Aurélia Lassaque e Zingonia Zingone, vuole essere uno spazio d’incontro e di ricerca di nuovi territori per il libro d’artista. Éditions de la Margeride pubblica libri d’artista che accolgono testi poetici di autori contemporanei.

“I componimenti di questo libro – spiega Zingonia – risalgono a circa quattro anni fa quando per due mesi ho sentito dentro di me come una presenza insistente del francese. Versi che mi assalivano all’improvviso, che chiedevano di essere trascritti con urgenza. Mi piaceva la loro musicalità e la loro coerenza; sembrava una specie di dettato rivolto a tracciare il cammino ideale dell’amore che parte dal silenzio,va verso l’uomo, ricerca nuovamente il silenzio per culminare in una dimensione mistica.

“Durante la serata leggerò alcune poesie in sia in francese che in occitano – afferma Aurélia – tratte dal mio libro Pour que chantent les salamandres (Affinché cantino le salamandre) – una raccolta che celebra la natura nella sua dimensione mistica e sensuale – e un frammento inedito di un libro poetico-teatrale che è work in progress”.

LA MOSTRA – La serata sarà un’occasione per scoprire, sempre presso la Galleria 28 Piazza di Pietra, sino al 29 febbraio, i dipinti della mostra “Michelangelo Antonioni Pittore”. L’esposizione, curata dalla moglie del Maestro Enrica Antonioni e da Francesca Anfosso, direttore della galleria, espone e offre in vendita i quadri di Michelangelo Antonioni (Ferrara, 1912 – Roma, 2007), premio Oscar alla carriera oltre che vincitore di tutti i principali premi della cinematografia internazionale. Le opere in mostra, tutte acrilico su tela o su cartoncino telato, di natura astratta e di diverse dimensioni, raccontano l’ultima fase della vita di Antonioni, quella in cui si è dedicato con passione ed entusiasmo ad un’arte  diversa da quella che lo aveva portato ai massimi livelli di prestigio internazionale.

Éditions de la Margeride pubblica libri d’artista che accolgono testi poetici di autori contemporanei. La creazione di questi libri è molto vicina al lavoro plastico di Robert Lobet nel disegno, l’incisione e la pittura. L’artista trova nel viaggio il nutrimento per la sua ricerca sul paesaggio, i segni e la scrittura. Il lavoro svolto durante i viaggi e il suo interesse per l’archeologia, lo hanno portato a creare libri-oggetto nati all’ombra della nuova biblioteca d’Alessandria; libri che incorporano la terracotta, richiamando le origini della scrittura incisa sulle tavolette.

Inoltre: In occasione del Carnevale Romano, in scena nella Capitale sino al 9 febbraio, per gli amanti della fotografia e per chi vuole rivivere i momenti più emozionanti del Carnevale romano, Il Margutta vegetarian food & art ospita la mostra multimediale a cura di Robbi Huner e Barbara Roppo: una testimonianza del grande progetto fotografico e documentale che ha accompagnato le sette edizioni precedenti del Carnevale romano che è stato raccolto anche in molteplici pubblicazioni. Quindici le stampe su alluminio in formato grande, ma sui monitor gli scatti selezionati saranno centinaia. Le fotografie sono di Federica Agamennoni, Stefania Arangio, Veronica Guerra, Robbi Hüner, Stefania Pendenza, Lorenzo Poli, Barbara Roppo. Il programma del Carnevale Romano si conclude con il finissage del ristorante vegetariano martedì 9 febbraio con l’Aperitif Gras, un aperitivo vegetariano in maschera.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
04/02/2016 / 19:00 - 20:30

Luogo
Galleria 28 Piazza di Pietra