Rivista

Questa intervista è stata realizzata in occasione della mostra di Armin Linke presso la galleria Vistamare di Pescara. Ero all’inaugurazione della mostra, dove ci fu un felice ri-incontro con Armin che non vedevo da almeno un decennio pur continuando a seguire il suo lavoro. La mostra dedicata all’Abruzzo, la mia regione, aumentava il senso di empatia che io e Armin corrispondiamo da quando ci siamo conosciuti a Milano, la sua città, circa trent’anni fa. Armin allora era agli inizi e stava lavorando a un libro sui ritratti degli artisti contemporanei, tipo Paul McCarthy, John Armleder, Vanessa Beecroft e tanti altri a cui mi chiese di partecipare, non come persona da ritrarre, ma come intervistatore. C’era e c’è anche un’altra intervista nel libro fatta da Hans Ulrich Obrist il curatore critico intervistatore per eccellenza. Dopo tutto questo tempo, sono tornato a intervistare Armin e penso di essere in qualche modo ripartito da dove l’avevo lasciato. Tuttavia, benché l’occasione di questa intervista nasca dalla mostra presso Vistamare e quindi in Abruzzo e con opere fotografiche relative all’Abruzzo la chiacchierata non verte solo su quella mostra, ma parte dall’infanzia, come mi piace sempre fare per arrivare all’oggi, all’Abruzzo in questo caso luogo dove ritrovo la mia infanzia. Insomma un’intervista percorso che penso sia come sempre per tutti un viaggio di andata e ritorno che l’arte promette.... Continua …
Da oggi è disponibile il numero di marzo/maggio della rivista. In questo numero parliamo di: Alberto Burri a Città di Castello, di Nicola Samorì al Museo TRAFO di Stettino in Polonia, Amparo Sard al MACRO di Roma, Filippo di Sambuy al Vittoriale di Gardone Riviera, Giorgio... Continua …