Contro L’infelicità. L’Internazionale Situazionista e la sua attualità.

Sabato 19 dicembre alle 19 presso l’Ammirato Culture House appuntamento con le avanguardie: viene presentato il libro Contro L’infelicità. L’Internazionale Situazionista e la sua attualità, a cura di Stefano Taccone, derivantedel progetto Far retrocedere dappertutto l’infelicità svoltosi nel 2013 al BAD Museum di Casandrino (Napoli), coinvolgendo alcuni tra i maggiori studiosi del movimento situazionista a livello internazionale. Si parlerà così, insieme a Stefano Taccone, Pasquale Stanziale, docente di filosofia teoretica presso l’ISSR di Caserta, Nicolas Martino, redattore di “alfabeta2”,dell‘Internazionale Situazionista, uno dei più rilevanti e significativi quanto complessi e controversi capitoli della vicenda delle avanguardie. La sua parabola colpisce per il desiderio di radicalità e coerenza assolute, per l’incrollabile determinazione dei suoi protagonisti nel procedere convinti di rappresentare il “grado più alto della coscienza rivoluzionaria internazionale”, per il rifiuto di ogni mediazione o adattamento e la tendenza a infrangere qualunque separazione, a cominciare da quella tra arte e vita. Concetti quali “costruzione di situazioni”, “deriva”, “détournement”, “psicogeografia”, “urbanismo unitario”, e la centralità di tematiche come il superamento dell’arte, la critica della società dello spettacolo e la reinvenzione della rivoluzione testimoniano il fascino e la ricchezza delle riflessioni e delle intuizioni di quel movimento, otre a costituire le fondamenta di una fortuna sopravvissuta ben oltre la sua fine ufficiale. 

Il libro è edito da Ombre Corte (Verona, 2014) e raccoglie contributi di Pino Bertelli, Enea Bianchi, Martina Corgnati, Sergio Ghirardi, Anselm Jappe,Gianfranco Marelli, Enrico Mascelloni, Pasquale Stanziale che del movimento ne restituiscono non solo la vivacità e la pluralità dei metodi e delle interpretazioni, ma anche la straordinaria attualità, sia sul piano della teoria dell’arte che su quello dell’analisi politica.

Stefano Taccone (Napoli 1981) è critico d’arte e dottorando in Metodi e metodologie della ricerca archeologica e storico-artistica presso l’Università di Salerno. Ha pubblicato le monografie  Hans Haacke. Il contesto politico come materiale (Plectica, Salerno, 2010); La contestazione dell’arte(Phoebus, Casalnuovo di Napoli, 2013). Collabora con la rivista “Segno”.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
19/12/2015 / 19:00 - 22:00

Luogo
Ammirato Culture House