CORPO A CORPO. Lo spazio e il tempo della performance filmata