Due Visioni d’Arte

Paez crea opere in serie ispirate alla mitologia volte ad un dialogo con lo spettatore e il suo subconscio,Goikoetxea è un pittore e scultore figurativo e astratto di formazione Rinascimentale, che crea magnifiche invenzioni sia nelle forme, che nei materiali.

MARIA ALONSO PAEZ si esprime attraverso l’astrazione, con le sue opere crea un mondo di sensazioni, un universo di forme e colori che inondano la tela ed esprimono emozioni profonde e intime. Questa artista ama lavorare con opere in serie: Caos, Emotio, Vestigium, Insonnia, Papalotl, Altum, Natura, Omnia. Tutte le sue opere si ispirano alla mitologia. I sentimenti e la natura riflettono sugli stati puri di coscienza e incoscienza, tesi ad instaurare un dialogo con lo spettatore, facendo appello al suo subconscio così da permettergli di percepire il messaggio nascosto in ogni tela. La sua produzione è il risultato di una ricerca costante, di un lavoro esauriente e della passione per la pittura. La libertà cromatica, la mancanza di forme,vengono supportati da un linguaggio visivo soggettivo e spontaneo usando inevitabilmente un metodo di creazione impulsiva. A sostegno di questo volontà multi sensoriale Paez preferisce grandi formati: l’interpretazione dello spazio-tempo favorisce così un’esperienza estetica amplificata. Ciò che conta qui è il processo, l’atto di dipingere piuttosto che il risultato finale, anche se in questo caso è straordinario. L’autenticità incarnata dalla natura espressiva della sua opera è un altro dei grandi contributi di questa artista. Nella mostra che ora presenta in Italia, Cradle of the Art, con la sua serie Omnia, condensa tutto il suo bagaglio artistico.

ViCTOR GOIKOETXEA è un pittore e scultore, figurativo e astratto, autodidatta e con una squisita formazione artistica, acquisita soprattutto in Italia. Un uomo del Rinascimento, che non pone limiti alla conoscenza. Oltre alla pittura e scultura, esegue opere di architettura e decorazione, ha un insaziabile desiderio di imparare ed essere in grado di muoversi con il suo talento, qualcosa che si ottiene spesso con le sue magnifiche invenzioni, come Il tunnel Miramar, nell’elegante città di San Sebastian (Spagna), lungo ventinove metri, riesce a dare l’impressione allo spettatore di camminare lungo il fondo del mare. In un solo anno cinque milioni di persone hanno ammirato questo fantastico lavoro. La sua curiosità e saggezza, lo hanno portato a sperimentare materiali diversi, la sua ultima creazione”le termomodelados” consiste in opere in poliuretano lavorato a caldo, questo materiale malleabile ha dato la possibilità all’artista di creare opere dalle forme sinuose con uno spettacolare effetto visivo. Le sue sculture, di cui espone due pezzi a Milano, rappresentano delle cariatidi moderne scolpite da un essere mitologico. L’impronta di questo artista si trova negli edifici pubblici, nelle compagnie private, nelle chiese e anche impressa nella mente di tutti coloro che hanno contemplato le sue creazioni.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
03/07/2018 - 30/07/2018 / Tutto il giorno

Luogo
Galleria Pisacane Arte