home Personale Eva Kot’átková

Eva Kot’átková

Pirelli HangarBicocca presenta The Dream Machine is Asleep, dal 15 febbraio al 22 luglio 2018, la mostra personale di Eva Kot’átková, concepita come un percorso onirico e labirintico in cui vengono messe in scena dall’artista le fantasie individuali, le paure e le sfide della società contemporanea.

L’opera di Eva Kot’átková (Praga, 1982) indaga le forze intrinseche ed estrinseche che influiscono sul comportamento umano, come le norme e i sistemi educativi che possono determinare le caratteristiche di ogni individuo e influire sulla sua personalità.

Per “The Dream Machine is Asleep”, Eva Kot’átková ha sviluppato un progetto inedito e immersivo tra installazioni, sculture, collage e momenti performativi. Partendo dalla visione del corpo umano come una macchina, un organismo il cui funzionamento necessita di revisioni, fasi di rigenerazione e riposo, e dall’idea del sonno e dei sogni come momenti in cui si creano nuove visioni e mondi paralleli, la mostra esplora le nostre proiezioni e pensieri più intimi, le ansie, le fobie e le paure del vivere nella società contemporanea.

Il percorso espositivo raccoglie un’ampia selezione di opere, tra cui l’installazione e video Stomach of the World, 2017 e la serie di sculture Theatre of Speaking Objects, 2012, oltre a nuovi progetti, come l’installazione The Dream Machine is Asleep, 2018 che invade lo spazio con un gigantesco letto, un onirico generatore di idee e storie.

Rievocando l’estetica Dada dell’Europa dell’Est e delle mostre surrealiste, la mostra include performance, conversazioni e narrazioni orali tenute dai personaggi che la animano. Tra questi, giocano un ruolo chiave bambini e ragazzi – protagonisti ricorrenti nel lavoro di Kot’átková –, che occuperanno uno spazio a loro dedicato, definito “Children office”, dove creeranno un archivio dei sogni.

Curata da Roberta Tenconi, la mostra è accompagnata da un catalogo illustrato con un ricco apparato di immagini dei lavori esposti e di vedute della mostra. Strutturato come un diario del corpo, la pubblicazione approfondisce i concetti di ansia e sforzo come forze produttive e oltre a saggi critici e teorici, include conversazioni tra l’artista e i bambini che hanno partecipato al progetto espositivo su sogni, fantasie e paure.

Eva Kot’átková

Eva Kot’átková (Praga, 1982) vive e lavora a Praga. Ha studiato all’Accademia di Arti Applicate di Praga e al San Francisco Art Institute. Ha esposto in diversi istituzioni, tra cui: Haus 21 – Museum of Contemporary Art, Vienna (2017); K21, Düsseldorf, Migros Museum, Zurigo e Ming Contemporary Art Museum, Shangai (2016); MIT List Visual Art’s Center, Cambridge, Massachussets (2015); Staatliche Kunsthalle Baden-Baden, Baden-Baden, e Schinkel Pavillon, Berlino (2014); Wroclaw Museum of Contemporary Art, Breslavia (2013). Ha partecipato a rassegne internazionali, come: 55a Biennale di Venezia e 5a Biennale di Arte Contemporanea di Mosca (2013); 18a Biennale di Sidney (2012); 11a Biennale di Lione (2011). Nel 2018 parteciperà inoltre al 47° International Film Festival di Rotterdam.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
14/02/2018 / 10:00 - 18:00

Luogo
Pirelli HangarBicocca



Roberto Sala

Art director della rivista Segno insegna Grafica editoriale all'Accademia di Belle Arti di Brera