Gianni Caravaggio: Più intimo a me di me stesso