JOSÈ ANGELINO

Il 14 Marzo si inaugura la nuova personale di José Angelino.

L’artista presenta un’istallazione di nuovi in vetro collegati al suono ed altri contenuti in strutture metalliche.

Ispirate alle strutture dissipative concepite da Ilya Prigogine le opere di Josè Angelino si relazionano e si differenziano tra di loro creando un continuo movimento; si tratta di brevi zone di spazio pervase dal caos in cui si creano altre piccole zone in cui gli elementi si auto-dispongono e cooperano al mantenimento di un ordine, condizione necessaria per lo sviluppo e la manifestazione di qualsiasi forma di vita.

I lavori, composti da asticelle metalliche poste in vibrazione, realizzano uno strumento musicale che ha vita autonoma e si relazionano alle strutture in legno di balsa che mantengono un equilibrio forzato.

Una macchina fotografica proietta una sequenza di immagini scattate negli ultimi anni che costituiscono gli appunti visivi dell’artista, come i video ripresi al mare in Sicilia, a Pozzallo.

La ricerca di Josè Angelino è qui volta alla sperimentazione di diverse tecniche unite da un unico filo conduttore.

José Angelino nato a Ragusa nel 1977, vive e lavora a Roma.

Ha studiato fisica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con una tesi di laurea sulla “Codificazione di stimoli visivi svolta da una rete di neuroni”.

Nel 2011 ha vinto il premio Scialoja, per “originalità e la complessità della sua ricerca, tesa ad estendere i confini della percezione”. Nello stesso anno ha partecipato anche al concorso “Voce Dalla Periferia”, “Como Contemporary Contest 2012” nell’ex chiesa di San Pietro in Atrio e “Unisono” nel 2013 alla Temple University di Roma. Nel 2014 ha preso parte alla rassegna European Glass Experience, promossa dal Consorzio Provetro di Murano in collaborazione con il Museo del vetro.

Tra le mostre: Siderare, Fronte Portuense, Roma, a cura della Fondazione Volume, Fljotstunga, Islanda; European Glass Experience, Cornelia Lauf, Direttore scientifico, Museo del Vetro Murano; Palazzo Sforza Cesarini Genzano, a cura di Giovanna dalla Chiesa; Fondazione Pastificio Cerere, a cura di Marcello Smarrelli; 2015 “Swing”, Galleria Alessandra Bonomo, Roma.

Galleria Alessandra Bonomo
Via del Gesù, 62
T. +39 06 6992 5858
bonomogallery.com



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
14/03/2019 / 18:00 - 21:00

Luogo
Galleria Alessandra Bonomo