“La Masca”, il nuovo progetto di Francesca Fini per il Watermill Center di New York

Si chiama “La Masca” il progetto di Francesca Fini che ha vinto una borsa di studio per le residenze artistiche del 2016 al Watermill Center di Bob Wilson. Si tratta dell’unico progetto artistico italiano selezionato quest’anno, e sarà realizzato nel mese di marzo 2016 presso il grande laboratorio per la performance art di Long Island, New York.

“La Masca” è un progetto interdisciplinare che prevede videoarte, opere installative e performance, e gira intorno alla costruzione di sette grandiose maschere teatrali.

Le maschere, il mascheramento, la dissimulazione, il rapporto tra reale e virtuale sono i cardini del lavoro di Francesca Fini. Le sette maschere / protesi performative realizzate al Watermill Center saranno il distillato di molteplici fonti d’ispirazione: la maschera d’oro di Agamennone e le figure della Commedia dell’Arte, il mistero della Sacra Sindone e le suggestioni delle antiche pratiche femminili, l’androide di Metropolis e l’immaginario cyberpunk dei film di Tsukamoto, con uno sguardo ai supereroi della cultura pop, ai fumetti e ai passamontagna di lana colorata delle Pussy Riot.

Lo scopo del progetto è quello di mescolare sacro e profano, divino e grottesco. L’illusione della vita eterna, amore e morte, il potere e la bellezza si fondono con le nuove tecnologie, tra macchine grottesche e tensioni futuristiche.

Le sette grandiose maschere teatrali/performative saranno realizzate con materiali non convenzionali ed ingredienti effimeri, temporanei, emotivi, relazionali come il cibo, il ghiaccio, l’acqua, il sapone, il cioccolato, l’interazione umana, il video interattivo, il suono generativo, interfacce digitali, esperienze di realtà aumentata e 3d.

Al Watermill Center Francesca Fini ha già trascorso un periodo di residenza durante il “Summer program” del 2014. In quell’occasione ha avuto la possibilità di realizzare la sua performance più famosa, “Fair & Lost”, nel magnifico bosco che circonda il centro, insieme ad un cast d’eccezione che ha compreso tra gli altri il regista Jim Jarmush e il musicista Philip Glass. Sempre per Robert Wilson, Francesca Fini ha realizzato una performance alla Triennale di Milano, per la RED NIGHT sponsorizzata da Illy Caffé.

La residenza al Watermill Center sarà arricchita dalla proiezione – in anteprima assoluta negli Usa – del film sperimentale “Ofelia non annega” – scritto e diretto dall’artista e ultimato nel novembre 2015.

“Ofelia non annega” è un film sperimentale che reinterpreta in maniera surrealista il dramma di Shakespeare dal punto di vista della giovane Ofelia. Il film è stato prodotto in collaborazione con l’Istituto Luce e integra linguaggi eterogenei e apparentemente incompatibili tra loro: il repertorio sociologico sulla storia nazionale e le performance originali concepite da Francesca Fini appositamente per questo progetto.

Al centro di tutto c’è un’Ofelia diversa da quella tramandata dalla tradizione letteraria: non l’adolescente fragile, ma tante donne diverse per colori, fattezze ed età.
Un’Ofelia moderna e dulcamara. Un’Ofelia che non si perde nei boschi di Danimarca, ma nei taglienti paesaggi del Lazio: dall’industriale Gazometro di Roma al Centro Rottami di Cisterna di Latina, dalle aride cave di tufo di Riano Flaminio alla meravigliosa Villa Futuristica della famiglia Perugini a Fregene, passando attraverso un rocambolesco giro panoramico su un bus turistico della capitale. Un’Ofelia che alla fine non annega, rinunciando al suo destino di eroina romantica per diventare una “persona normale”.

link utili:
Progetto “La Masca” –
http://lamascaproject.tumblr.com/
Progetto “Ofelia non annega” – http://ofelianonannega.tumblr.com/
Trailer del film “Ofelia non annega” – https://vimeo.com/151003877
Francesca Fini – http://www.francescafini.com

a643db_d9388fa28b15a2f0e6a17f2f644327b7

 



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
28/02/2016 / 10:00 - 22:00

Luogo
Watermill Center, New York