LOVING ART. Alessandro Pizzo

Dopo il successo della mostra inaugurale del progetto d’arte contemporanea “2, 4, 8”, le opere astratte di Alessandro Pizzo tornano a Padova con LOVING ART a cura di Alice Bortolazzo (28 anni, Storia dell’Arte – Università di Padova). Venerdì 18 e sabato 19 marzo, l’associazione culturale Le Stanze Dedicate ospiterà a Padova il secondo episodio della rassegna, presentando al pubblico 10 quadri dell‘omonima serie dell’artista (Loving Art), esposte la prima volta nel 2014 nella Cappella sconsacrata degli Orsini, Roma. La mostra è chiaramente un richiamo alla passione intima dell’artista per l’arte, espressione pittorica delle sue più profonde e primordiali emozioni, in cui l’opera non è solo percezione retinica: essa si manifesta soprattutto come un’esperienza polisensoriale, nel risultato di una performance.

Come una vibrazione intima, la mostra LOVING ART gioca sul duplice significato – fisico e spirituale – di questa definizione: dieci tele numerate di puro astrattismo e dieci vibratori, per comunicare l’esperienza sensoriale dell’artista allo stesso tempo condivisa con il suo interlocutore: perché le emozioni non sono standardizzate, sono diverse per ognuno di noi, spiega la curatriceLOVING ART stimola una ricerca che il visitatore deve continuare in se stesso, e non solo spiritualmente: un’opera condivisa con il pubblico, che colpisce e coinvolge, un’opera letteralmente da utilizzare. L’artista invita esplicitamente il fruitore finale a provocarsi del piacere, per potersi immedesimare nell’estasi creativa che lui ha provato. Una sorta di raggiungimento della quinta dimensione, quella corporea. LOVING ART è anche una ricerca al buio: il nero è il colore di ciò che è profondo e invisibile, il colore delle emozioni. Per Alice Bortolazzo, è soprattutto catarsi personale e ritorno al mondo dell’arte: un’opera tautologica che mi trasmette vibrazioni, lasciandomi travolgere dalla sua immensità di significato.

LOVING ART è parte del progetto d’arte contemporanea 2, 4, 8″ organizzato dall’associazione Le Stanze Dedicate (PD), nata lo scorso anno con lo scopo di promuovere e diffondere la cultura italiana, in tutte le sue forme, dando spazio al talento di giovani artisti. 4 le mostre che verranno allestite nel padovano da febbraio a maggio 2016, e 4 le giovanissime curatrici Gloria Crema, Alice Bortolazzo, Giulia Vitali e Ambra Cascone, (studentesse e neolaureate presso l’Università di Padova) che ripercorreranno insieme 8 anni della vita artistica di Alessandro Pizzo, dalle esperienze della pittura con vino agli studi con gli smalti, tra emozioni e passione, ciascuna mettendo in scena in una singola mostra una selezione studiata delle opere dell’artista. 2 le uniche giornate aperte al pubblico per condividere il personale percorso curatoriale di ogni mostra, e godere della possibilità di incontro con le curatrici e l’artista.

Durante la serata inaugurale, alle ore 21.30, la mostra LOVING ART verrà introdotta dalla performance dell’artista Alessandro Pizzo.

_

PROGRAMMA DELLE MOSTRE

LOVING ART a cura di Alice Bortolazzo
venerdì 18 marzo, dalle 21:00 alle 00:00 con performance alle 21:30
sabato 19 marzo, dalle 15:00 alle 23:00
presso lo spazio Le Stanze Dedicate, Padova

NOWHERE a cura di Ambra Cascone
sabato 30 aprile, dalle 15:00 alle 23:00
domenica 1 maggio, dalle 15:00 alle 21:00
presso il capannone industriale di via Orsati 23, Casalserugo (PD)

ULTRADIMENSIONALE a cura di Giulia Vitali
venerdì 27 maggio, dalle 19:00 alle 00:00
sabato 28 maggio, 2016, dalle
15:00 alle 23:00
presso lo spazio Le Stanze Dedicate, Padova

Le mostre sono aperte al pubblico con ingresso libero.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
18/03/2016 - 19/03/2016 / 21:00 - 23:30

Luogo
Le Stanze Dedicate