Presentazione volume “Capolavori rubati” di Luca Nannipieri

Giovedì 27 giugno 2019 alle h 18.00 la sala conferenze MAMbo ospita la presentazione del volume Capolavori rubati (Skira) di Luca Nannipieri. Ne parlano con l’autore: Lorenzo Balbi (direttore artistico MAMbo), Simone Menegoi (direttore Arte Fiera), Raimonda Zizzi Bongiovanni (Direttrice Museo e Centro Internazionale Alvar Aalto e promotrice dell’evento), Francesco Montanari (docente Università degli Studi “G. D’Annunzio” Chieti-Pescara), Stefano Bruno (avvocato penalista, vicepresidente dell’associazione Diritto Penale economia impresa).
Introduce e modera Paola Sebellin (Factory System, organizzazione eventi).
C’è sempre stata lotta attorno all’arte. Omicidi, furti, razzie, corruzioni, contrabbandi, soprusi, roghi, devastazioni, confische hanno contraddistinto la vita di molti capolavori. Da Caravaggio a Picasso, da de Chirico a Munch, da Renoir a Klimt, fino alle statue della classicità, sono molti gli episodi, alcuni celeberrimi, altri poco conosciuti, alcuni risolti, molti altri ancora sotto indagine. Partendo dalla rubrica che Luca Nannipieri tiene al “Caffè” di Rai Uno, vengono illustrati i casi più clamorosi, ricostruendone la vicenda giudiziaria, commentando lo stile artistico delle opere rubate, analizzando i temi della sicurezza e e della protezione dei capolavori.

Ingresso libero.

Sala conferenze MAMbo
giovedì 27 giugno 2019 h 18.00



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
27/06/2019 / 18:00 - 19:00

Luogo
MAMbo

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna è la sede dell’ Istituzione Bologna Musei che afferisce all’Area Arte Moderna e Contemporanea.

Il museo propone una prospettiva dinamica: ripercorre la storia dell’arte italiana dal secondo dopoguerra a oggi, esplora il presente attraverso un’esposizione incentrata sulla ricerca e contribuisce a tracciare nuove vie dell’arte seguendo le più innovative e pulsanti pratiche di sperimentazione.

È nel cuore del distretto culturale della Manifattura delle Arti, al centro di una serie di realtà dedicate alla ricerca e all’innovazione: la Cineteca di Bologna, gli spazi laboratorio dei Dipartimenti Universitari del DMS, la Facoltà di Scienze della Comunicazione e numerose associazioni e gallerie d’arte.

MAMbo confluisce nella rete culturale collaborando con numerose Istituzioni e Accademie, al fine di promuovere e stimolare il dibattito sulla cultura del presente.