Tempo Liberato

Il Comune di Perugia e Munus, società concessionaria dei servizi museali impegnata in un progetto di valorizzazione del Museo Civico di Palazzo della Penna, della Cappella di San Severo e del Complesso Templare di San Bevignate, presentano Tempo Liberato. La mostra, curata da GMGProgettoCultura e Francesca Romana Pinzari e allestita al Museo Civico di Palazzo della Penna, presenta 23 artisti contemporanei che, attraverso opere pittoriche, sculture, fotografie e performance live, riflettono sul concetto del Tempo e sul rapporto che esiste tra i ritmi frenetici della società contemporanea globalizzata, indirizzati verso una continua produttività, e il tempo libero che il singolo individuo si ritrova, sempre più, a dover sacrificare.

Il tempo personale, meditativo e “libero” è diventato uno dei beni più preziosi e meno stimati della nostra epoca. Eppure questo bene, considerato spesso un “lusso”, è qualcosa di intangibile e non collezionabile, si desidera, ma non si può possedere, si spende, ma non si guadagna.
La tecnologia, in continua fase di crescita, ci ha dato degli strumenti per dimezzare e, a volte, quasi annientare i tempi tecnici di produzione, ma paradossalmente questi dispositivi non hanno fatto altro che aumentare il tempo personale che si dedica al lavoro.
Il tempo oramai non è più libero, ma schiavo delle nostre sovrastrutture sociali, e nell’aria si respira sempre di più una necessità diffusa che auspica la riappropriazione dei ritmi naturali che scandiscono la vita dell’uomo.
L’arte è il luogo in cui il tempo è liberato dai meccanismi di consumo e dall’utilizzabilità, dal calcolo e dal preordinato, e si esprime nei suoi principi di ciclicità, nelle dicotomie possibili del contingente e trascendente, naturale e aritmetico, spaziale e lavorativo.
Da qui il titolo Tempo Liberato, a sottolineare come artisti, architetti, urbanisti, del passato e contemporanei, riescano a creare luoghi capaci di arricchire il tempo sociale in spazi meditativi ed evolutivi, nei quali far coincidere spirito e materia. Ed è proprio nelle città d’arte, come Perugia, che si è espressa maggiormente la coincidenza tra uomo, spazio e tempo.
Gli artisti in mostra, attraverso le loro voci personalissime, donano il proprio tempo di lavoro, inteso come atto creativo e rituale, presenza generatrice in equilibrio tra contingenza e trascendenza, ricerca cosciente della corrispondenza tra spazio e tempo, momento prolungato e trattenuto della scelta, atto di cura e di memoria.
L’Arte rinsalda l’idea mitica del Tempo, insieme giovane e vecchio, lento e celere, figlio impudente della Terra e del Cielo, orgoglioso e testardo nel suo procedere inesorabile.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
10/11/2018 / 18:00 - 20:30

Luogo
Museo Civico di Palazzo della Penna