home Anticipazioni, Inaugurazioni MACRO Summer 2011

MACRO Summer 2011

A partire dal 25 Giugno, prende il via il fitto programma MACRO Summer, multiforme offerta che l’istituzione capitolina propone fino al 30 Ottobre. Innanzitutto prosegue con la mostra La Collezione e i Nuovi Arrivi la presentazione delle opere della collezione del museo: nella nuova ala saranno esposte le opere di Paolo Grassino, Giorgio Griffa, Alfredo Jaar, Arcangelo Sassolino, Tracey Moffatt, Tano Festa, Urs Lüthi, Fabio Mauri, più le opere degli artisti vincitori del premio MACROAMICI 2011, Claire Fontaine e Seb Patane, mentre al terzo livello dell’ala storica, verranno esposti i lavori dei maestri Nicola de Maria, Giulio Turcato, Leoncillo, Bice Lazzari, Gianfranco Baruchello, Mimmo Rotella e Pietro Consagra. La hall del Museo ospita Le lacrime dell’angelo di Pietro Fortuna, seconda tappa di Glory, progetto articolato in un ciclo di mostre e nato dalle riflessioni dell’artista sui concetti di bene, condivisione e spazio collettivo. Nella grande Sala Enel è allestito (fino al 9 Ottobre) Cloudy Dunes. When Friedman meets Bucky on Air-Port-City, progetto speciale dell’artista argentino Tomas Saraceno che, sviluppando il proprio dialogo con Yona Friedman e le teorie di Richard Buckminster Fuller, reinterpreta completamente lo spazio MACRO trasformandolo in una “città aeroporto”, come se fosse “una nuvola di sabbia” in grado di fecondare l’ambiente, la vita sociale e le menti. Il quarto appuntamento del ciclo roommates / coinquilini vede protagoniste Guendalina Salini e Marinella Senatore, mentre per la serie MACROradici del contemporaneo il focus è su Bice Lazzari, una delle personalità più singolari dell’astrazione internazionale del XX secolo. Per i vani ascensore dell’ala storica del Museo, Carlo Bernardini ha ideato un’installazione, articolata su più livelli che ne ridisegnerà i volumi, scolpendo letteralmente il buio: due sculture in acciaio inox poste sugli angoli dei vani, da cui si sviluppa un disegno spaziale in fibre ottiche. Il terrazzo sarà occupato dall’installazione site-specific Xenia di Vittorio Corsini, riflessione sullo spazio dell’abitare, analizzato privilegiando le caratteristiche concettuali più intime e poetiche. Per il progetto MACROwall: Eighties are Back!, il nuovo protagonista è Vittorio Messina che espone su un’unica parete due opere, una storica e una recente, per permettere al pubblico di riscoprire la vitalità e i frutti della ricerca artistica degli ultimi anni.

Altri protagonisti dell’Estate del MACRO: Adrian Tranquilli col progetto All is violent. All is bright, percorso narrativo racchiuso in due grandi installazioni; Flavio Favelli che con L’Imperatrice Teodora trasforma le pareti curve dell’ingresso; Riccardo De Marchi, che allestisce in una sala del Museo, Fori Romani, mostra che coniuga lo spazio dell’individuo e quello dell’opera; Destino Comune, nuova installazione di Esther Stocker, prodotta in collaborazione con Oredaria Arti Contemporanee; il progetto fotografico di Giovanni De Angelis, Water Drops, sul tema della gemellarità in prospettiva socio-antropologica, che tocca i temi dell’identità, dell’unicità dell’individuo e del suo rapporto con l’altro.

Ultima menzione per Giuseppe Stampone e la nuova fase del progetto Saluti da L’Aquila, in cui migliaia di cartoline ritraggono il nuovo voltto della città devastata dal sisma dell’Aprile del 2009, promemoria per chiunque (in primis i nostri amministratori) tenda a diemnticare che nel capoluogo abruzzese, a oltre due anni di distanza, poco o nulla è cambiato e soprattutto, mancano le prospettive per il futuro.

Translate »