home Fiere, Inaugurazioni, Notiziario Un giro in Fiera

Un giro in Fiera

Fresca d’inaugurazione, Arte Fiera 2011 si concede finalmente agli sguardi dei tanti appassionati che , fortunatamente, l’arte contemporanea continua ad annoverare. Un giro tra i padiglioni, alla scoperta delle proposte dei circa 200 espositori, è d’obbligo ed è un piacere al quale assolutamente non ci sottraiamo. La bolognese Galleria Enrico Astuni, presente anche in Bologna Art First con This Here and That There di Vlatka Horvat a Palazzo del Podestà, propone opere di Rainer Ganahl, Vlatka Horvat, Christian Jankowski, Joel Kyack, Paolo Parisi, Stefano W. Pasquini, Steven Pippin e Luca Pozzi;
– la Galleria Emmeotto di Roma, presenta nel suo stand You will never die, inedita serie fotografica dell’artista francese Nicole Tran Ba Vang, che pone in questa occasione la sua attenzione sulla bellezza nella storia dell’arte;
– la Galleria A.A.M. ARCHITETTURA ARTE MODERNA, Roma, espone opere di Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Paolo Cotani, Felice Levini, Giancarlo Limoni, Alessandro Mendini, Franco Purini, Aldo Rossi, Marco Tirelli, Giuseppe Uncini;
– il MARCA – Museo delle Arti di Catanzaro dedica il suo stand al grande artista statunitense Dennis Oppenheim, recentemente scomparso;
– la Galleria Massimo Minini di Brescia propone opere di David Maljkovic, Anish Kapoor, Paolo Chiasera, Stefano Arienti, Hans-Peter Feldmann, Yona Friedman, Luigi Ghirri, Jota Castro, Eva Marisaldi, Paul Thorel, Mario Cresci, Gerwald Rockenschaub, Paolo Icaro, Bonomo Faita, Alberto Garutti, Robert Barry, Sabrina Mezzaqui, Ettore Sottsass, Giulio Paolini, Maurizio Donzelli, Letizia Cariello, Nedko Solakov, Betty Woodman, Bertrand Lavier, Jan Fabre e Silvia Camporesi, oltre a essere presente in Bologna Art First con l’opera Cardo e Decumano di Paolo Icaro a Palazzo D’Accursio;
– la Galleria Niccoli di Parma ospita nel suo stand una monografica di Paolo Scheggi, oltre a una selezione di opere di Vasco Bendini, Alberto Biasi, Agostino Bonalumi, Alik Cavaliere, Mario Ceroli, Riccardo De Marchi, Fukushi Ito, Sergio Lombardo, Piero Manzoni, Conrad Marca-Relli, Graziano Pompili, Artan (Shalsi) e Mauro Staccioli;
– La bolognese OTTO Gallery porta in fiera opere di Arcangelo, Alessandro Bergonzoni, Domenico Bianchi, Luca Caccioni, Luigi Carboni, Andrea Chiesi, Marco Gastini, Urs Lüthi, Piero Manai, Giovanni Manfredini, Giuseppe Maraniello, Matteo Montani, Piero Pizzi Cannella e Marco Tirelli. In occasione della Art White Night, il 29 Gennaio in galleria sarà presentata l’installazione di Alessandro Bergonzoni AI TUOI PIEDI (gli Appallottolati);
– la Galleria Claudio Poleschi, Lucca, presenta lavori di Vincenzo Agnetti, Bertozzi & Casoni, Pier Paolo Calzolari, Sandro Chia, Vittorio Corsini, Nicola De Maria, Pino Deodato, Peter Halley, Osvaldo Licini, Gian Marco Montesano, Nunzio, Nigro, Claudio Olivieri, Michelangelo Pistoletto, Pino Pinelli, Julian Schnabel, Jannis Kounellis, Louise Nevelson, Salvo, Ettore Spalletti e Gilberto Zorio;
– nello spazio della milanese Galleria 1000 eventi, troviamo opere di Thomas Allen, Omar Ba, Alighiero Boetti, Andrea Mastrovito, Christopher Michlig e Will Turner;
– la Galleria Paola Verrengia di Salerno ha una proposta espositiva basata sul concetto di complessità, Tra Artificio e Natura identità e differenza parlano la lingua della natura attraverso la parola dell’arte con una selezione di opere di Michele Chiossi, Paolo Grassino, Luigi Mainolfi, Rebeca Menendez, Anne Michaux, Rosy Rox, Amparo Sard e Francesco Sena;
– allo stand della Galleria Open Art di Prato troviamo lavori di Paul Jenkins, Conrad Marca-Relli, Jiri Kolar, Toti Scialoja e Walter Fusi;
– la Galleria Marie-Laure Fleisch di Roma si presenta con lavori di Chiara Dynys, Franz Graf, Ali Kaaf e Jorinde Voigt, di quest’ultima aggiungiamo l’installazione Grammatik al Museo Archeologico, nell’ambito di Bologna Art First.

Uno sguardo anche alle numerose gallerie internazionali:
ADN Galería, Barcellona, partecipa per la seconda volta nella sezione dedicata alle giovani gallerie con lavori degli artisti Carlos Aires, Daniel & Geo Fuchs, Eugenio Merino e Jean-Luc Moerman, in una proposta accomunata da una linea narrativa che si basa sulle contraddizioni e sul cinismo dei conflitti bellici;
Galerie Anita Beckers, Francoforte, offre una ricca esposizione di opere di Maria José Arjona, Anton Corbijn, Kota Ezawa, Tamara Grcic, Nathalie Grenzhaeuser, Nilbar Güreş, Jürgen Klauke, Yves Netzhammer, Simon Pasieka, Cornelia Renz, Vee Speers ed Eva Teppe, più un nutrito programma di video arte. Partecipa inoltre a Bologna Art First con una performance al Teatro Anatomic, la sera del 29 Gennaio.

Translate »