home Notiziario, Personaggi Ai Weiwei arrestato

Ai Weiwei arrestato

La redazione della Rivista Segno aderisce all’iniziativa della Solomon Guggenheim Foundation di New York in favore del rilascio dell’artista cinese Ai Weiwei, arrestato il 3 Aprile dalle autorità cinesi per cause piuttosto nebulose e invita tutti a lasciare una testimonianza firmando la petizione online per il suo rilascio, alla quale hanno già aderito grandi istituzioni come il MoMA, la Tate, la Biennale di Gwanju, l’AAMD.

Questo il link per aderire: http://www.change.org/petitions/call-for-the-release-of-ai-weiwei#?opt_new=f&opt_fb=t

Weiwei è agli arresti domiciliari per non meglio precisati “crimini economici”, ma è forte il sospetto che le azioni delle autorità di Pechino siano dettate dalla volontà di lanciare un segnale al composito mondo del dissenso, in quanto su Weiwei pesano (tra le altre cose) l’impegno in un blog sui diritti umani, un documentario sull’attivista Feng Zhengzu e una sua installazione del 2009 in cui ricordava i nomi di 5000 bambini morti nelle scuole durante il terremoto del 2008 nel Sichuan (denuncia per la quale all’epoca fu picchiato dalla polizia). Insomma, il suo arresto si configura come un ennesimo odioso attacco di Pechino alla libertà di pensiero e di espressione.

Questo il testo della petizione:
On April 3, internationally acclaimed Chinese artist Ai Weiwei was detained at the Beijing airport while en route to Hong Kong, and his papers and computers were seized from his studio compound.
We members of the international arts community express our concern for Ai’s freedom and disappointment in China’s reluctance to live up to its promise to nurture creativity and independent thought, the keys to “soft power” and cultural influence.
Our institutions have some of the largest online museum communities in the world. We have launched this online petition to our collective millions of Facebook fans and Twitter followers. By using Ai Weiwei’s favored medium of “social sculpture,” we hope to hasten the release of our visionary friend.

Translate »