home Interviste Enrico Ricciotti

Enrico Ricciotti


1) Che cos’è l’arte? Un lavoro, oppure un hobby?

L’arte è un’espressione di se stessi.

2) Vissi d’arte o vissi d’amore?

L’arte è amore puro e semplice.

3) Si dice che sia un tipo strano: hai mai incontrato o conosciuto un’artista?

Ho conosciuto artisti vari, ho sempre visto persone diverse dall’ordinario, ma molto, molto interessanti.

4) Si dice anche che sia un narcisista estremo. O un caratteriale disturbato?

Visto che al punto N°1 ho detto che “l’artista è un’espressione di se stesso” la risposta c’è già.

5) Perché acquistare un quadro, un’opera d’arte?

Acquistare un’opera d’arte significa che per l’acquirente l’artista ha centrato la sua sensibilità.

6) In che misura è “ricco” un artista (contemporaneo)?

Se per ricchezza si intende il vile denaro, l’artista è ricco in base ai “mecenati” che trova. Se per ricco si intende l’arte, l’artista moderno è tanto più ricco quanto più rappresenta la sensibilità umana.

7) Parlando di libertà, sei tentato a immaginare l’artista come un soggetto anarchico o vincolato dal sistema?

L’artista è anarchico per definizione, poi ci sono artisti di II categoria.

8) Quali sono le esigenze di un’artista? Materiali o solo estetiche?

L’artista è comunque, sempre, un essere umano e come tutti ha esigenze. Su alcune come l’amore, l’arte, la sensibilità ne ha molte, molte di più, tanto che i poeti le cantano.

9) Artisti o artiste, a chi daresti lo scettro?

Lo scettro lo darei a chi riesce, con la sua opera, a farmi emozionare e sognare.