ComunicART

Nell’immediatezza comunicativa propria dell’azione partecipata, ComunicaArt: Rebirth 2015 stigmatizza la necessità di comunicazione dell’arte. Il progetto prevede la realizzazione di un intervento installativo-performativo che unirà idealmente tre piazze cardine del centro storico di Catanzaro, lungo Corso Mazzini, arteria principale.
Piazza Roma, Piazza Prefettura e Piazza Matteotti rappresenteranno metaforicamente i tre “paradisi”: in ogni piazza sarà installata dalle ore 11.00 del 21 dicembre, da un gruppo di 30 studenti dell’Accademia di Belle Arti, un’installazione composta da tre banner fotografici. Ognuno di essi mostrerà la visione di una piazza, cosicchè in ogni luogo sarà evocata la presenza degli altri due.
Saranno inoltre collocate tre sculture in legno a dimensione umana: Io, Tu, Noi. Ognuna di queste parole-sculture completeranno l’installazione e renderanno ancora più evidente l’unione simbolica dei tre luoghi. Una volta installate le tre opere, sarà tracciato dagli studenti il simbolo-segno del Terzo Paradiso realizzato da Michelangelo Pistoletto.
Difatti l’evento sarà inserito nel circuito nazionale, approvato dalla Fondazione Pistoletto / Città dell’Arte di Biella, che dal 2012 ha indetto il Rebirth Day in data 21 dicembre. Obiettivo del progetto è dimostrare che le nostre azioni sono le protagoniste dei cambiamenti possibili nella realtà che abitiamo, proprio come suggerisce lo stesso Pistoletto.

Cos’è il Terzo Paradiso?
Il Terzo Paradiso è la fusione tra il primo e il secondo paradiso.
Il primo è il paradiso in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura. Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana attraverso un processo che ha raggiunto oggi proporzioni globalizzanti. Questo paradiso è fatto di bisogni artificiali, di prodotti artificiali, di comodità artificiali, di piaceri artificiali e di ogni altra forma di artificio. Si è formato un vero e proprio mondo artificiale che, con progressione esponenziale, ingenera, parallelamente agli effetti benefici, processi irreversibili di degrado a dimensione planetaria. Il pericolo di una tragica collisione tra la sfera naturale e quella artificiale è ormai annunciato in ogni modo¹.
Il progetto del Terzo Paradiso consiste nel condurre l’artificio, cioè la scienza, la tecnologia, l’arte, la cultura e la politica a restituire vita alla Terra, congiuntamente all’impegno di rifondare i comuni principi e comportamenti etici, in quanto da questi dipende l’effettiva riuscita di tale obiettivo.Terzo Paradiso significa il passaggio ad un nuovo livello di civiltà planetaria, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. Il Terzo Paradiso è il nuovo mito che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità in questo frangente epocale.
Il Terzo Paradiso ha come simbolo una riconfigurazione del segno matematico dell’infinito ed è formato da una linea che, intersecandosi due volte, disegna tre cerchi allineati. I due cerchi opposti significano natura e artificio, quello centrale è la congiunzione dei due e rappresenta il grembo generativo di una nuova umanità.



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
21/12/2015 / 11:00 - 23:30

Luogo
Corso Mazzini